Nuova Zelanda, lascia il ministro della Sanità. Aveva violato lockdown

Mondo

David Clark aveva già offerto di dimettersi lo scorso aprile dopo avere ammesso di aver portato la sua famiglia al mare, ma all'epoca la premier Jacinda Ardern le aveva respinte

Il ministro della Sanità della Nuova Zelanda, David Clark, sotto tiro da tempo anche per avere violato l'ordine di lockdown imposto dal governo in piena crisi da coronavirus, ha rassegnato oggi le sue dimissioni.

Secondo quanto riporta la Cnn, Clark aveva già offerto di dimettersi lo scorso aprile dopo avere ammesso di avere violato il lockdown per portare la sua famiglia al mare, ma all'epoca la premier Jacinda Ardern le aveva respinte affermando che la sua partenza avrebbe provocato un "enorme caos" nella Sanità nel momento in cui il Paese era impegnato a combattere la pandemia.

approfondimento

Coronavirus Nuova Zelanda, prima partita di rugby con i tifosi. FOTO

Ma il mese scorso il ministro è stato di nuovo criticato per avere scaricato la responsabilità sui mancati controlli sanitari ai confini sul direttore generale della Sanità Ashley Bloomfield. Oggi, quindi, Clark ha di nuovo presentato alla Ardern le sue dimissioni, che questa volta le ha accettate

Mondo: I più letti