Proteste Usa, anziano spinto dalla polizia di Buffalo sanguina per terra. Sospesi 2 agenti

Mondo

Il 75enne si è avvicinato agli ufficiali durante una delle tante manifestazioni di protesta che hanno seguito la morte di George Floyd. Un agente lo ha spinto con un manganello e un secondo con la mano, facendolo cadere e sbattere la testa. L’uomo ha iniziato a perdere sangue, ma i poliziotti hanno continuato a camminare senza prestargli immediato soccorso. “Questo incidente è completamente ingiustificato e totalmente vergognoso”, ha twittato il governatore dello Stato di New York Andrew Cuomo

Due agenti del dipartimento di polizia di Buffalo, negli Stati Uniti, sono stati sospesi dopo la pubblicazione di un video che mostra il momento in cui spingono a terra un manifestante di 75 anni, facendogli sbattere la testa sul cemento. L’uomo, rimasto immobile, ha iniziato a perdere sangue, ma gli agenti hanno continuato a camminare senza prestargli immediato soccorso.

Il momento della spinta

approfondimento

George Floyd, a Minneapolis la prima cerimonia funebre per ricordarlo

Come riporta il Washington Post, il filmato, diffuso dalla radio WBFO, è stato girato giovedì 4 giugno. Si vede il 75enne che si avvicina agli ufficiali in Niagara Square, a Buffalo, durante una delle tante manifestazioni di protesta che hanno seguito la morte di George Floyd. L’uomo si avvicina con in mano un cellulare e un casco che, secondo alcune ricostruzioni, voleva riconsegnare agli agenti. “Spingetelo indietro, spingetelo indietro”, si sente gridare un poliziotto. Così un ufficiale lo spinge con un manganello e un secondo con la mano, mentre un terzo sembra spingere avanti entrambi i colleghi. L’uomo cade all’indietro, sbatte la testa per terra e rimane lì incosciente. "Sta sanguinando dall’orecchio!”, urla qualcuno, mentre si forma una pozza di sangue sotto la testa dell'anziano.

L’uomo è in condizioni stabili ma gravi

Il 75enne è stato trasportato in ospedale, dove si trova in "condizioni stabili ma gravi", ha riferito il sindaco di Buffalo Byron Brown. Il portavoce della polizia di Buffalo, il capitano Jeff Rinaldo, ha riferito che le ferite dell'uomo includono una lacerazione e una "possibile commozione cerebrale", mentre Mark Poloncarz, dirigente della contea di Erie, ha dichiarato che si tratta di un "grave trauma cranico”. Il commissario della polizia di Buffalo, Byron Lockwood, ha avviato un'indagine interna sugli ufficiali dopo aver visto il video, rifiutandosi però di dare i nominativi degli ufficiali sospesi.

Le critiche sui social

approfondimento

La proteste del movimento Black Lives Matter nel mondo

Il filmato ha provocato dure reazioni sui social network, anche perché in un primo momento la polizia di Buffalo aveva diffuso una versione secondo cui l’uomo era caduto e inciampato durante un litigio con altri manifestanti. “Questo incidente è completamente ingiustificato e totalmente vergognoso”, ha twittato il governatore dello Stato di New York Andrew Cuomo. “Ho parlato con il sindaco di Buffalo Byron Brown e siamo concordi sul fatto che gli agenti coinvolti vadano immediatamente sospesi e sottoposti a un’indagine formale. Gli ufficiali di polizia devono far rispettare la legge, non abusarne”. “Sono rimasto profondamente turbato dal video”, ha dichiarato il sindaco di Buffalo Byron Brown in una nota. “Dopo giorni di proteste pacifiche e diversi incontri tra me, i dirigenti della polizia e i membri della comunità, l’evento di questa sera è scoraggiante”.

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.