Coronavirus, negli Stati Uniti cresce la vendita delle armi. VIDEO

Mondo

Secondo un rivenditore online di munizioni negli ultimi giorni c'è stato un aumento del 68% 

Negli Stati Uniti si sta registrando in queste ore un'impennata nella vendita di armi. L'incremento, secondo quanto riferisce il Guardian, nasce come forma di protezione personale nel caso dovessero scoppiare disordini legati all'emergenza coronavirus (GLI AGGIORNAMENTI - LO SPECIALE - LE FOTO SIMBOLO DELL’EMERGENZA). Sulla costa occidentale americana si sono registrate lunghe file di clienti fuori dai negozi di armi, anche per tutto il fine settimana.

Aumenti di oltre il 60%

Il Guardian riporta la testimonianza tra gli altri di un cliente che al Los Angeles Times dice: "I politici e le forze dell'ordine ci hanno detto per molto tempo che non abbiamo bisogno di pistole. Ma in questo momento, molte persone hanno davvero paura e possono prendere questa decisione da soli". Un importante rivenditore online di munizioni ha pubblicato i dati delle vendite dal 23 febbraio al 4 marzo che forniscono un'indicazione sull'entità dell'impennata. In quel periodo c'è stato un aumento del 68% rispetto agli 11 giorni precedenti il 23 febbraio.

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.