Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Weinstein, abusi sessuali: parte processo a New York. Nuova incriminazione a Los Angeles

Molestie sessuali, per Weinstein nuove accuse a Los Angeles

3' di lettura

L'ex re di Hollywood, accusato da 80 donne, si è presentato in tribunale a Manhattan sorretto da un deambulatore: rischia l'ergastolo. Contestato anche dalle attrici Rose McGowan e Rosanna Arquette. Pieni i 120 posti in aula per il pubblico, 200 giornalisti accreditati

Sofferente e sorretto da un deambulatore. Così Harvey Weinstein, 67 anni, il produttore cinematografico accusato di abusi sessuali da 80 donne, molte delle quali attrici, si è presentato al tribunale di Manhattan, a New York, dove oggi è iniziato il primo processo nei suoi confronti (FOTO). Weinstein, apparso invecchiato, è stato accolto dalla contestazione di una decina di donne. Tra loro c'erano anche le attrici Rose McGowan e Rosanna Arquette. L'ex re di Hollywood rischia l'ergastolo. Intanto, contro di lui la magistratura di Los Angeles ha spiccato un nuovo capo di accusa per crimini sessuali.

L'ingresso in tribunale di Harvey Weinstein (Ansa)

Aula piena e 200 giornalisti accreditati

Quello che è appena iniziato a New York sarà un dibattimento evento. I 120 posti destinati al pubblico erano già occupati dalle 7 del mattino, gran parte dei duecento giornalisti accreditati era arrivato intorno alle 5. In aula anche il movimento #MeToo in difesa delle donne. Il processo è iniziato, poche ore dopo la notte dei Golden Globes, dopo due anni di accuse e rivelazioni che hanno portato alla sbarra Weinstein. Ad accusarlo anche Salma Hayek, Gwyneth Paltrow, Asia Argento, Angelina Jolie e Uma Thurman. L'udienza di oggi è procedurale: servirà a selezionare la giuria incaricata di decidere se l'ex produttore a stuprato e aggredito sessualmente due delle 80 donne che lo accusano di violenze. Delle 80 denunce, molte sono cadute a dicembre grazie a un accordo extragiudiziale, in base al quale le vittime verranno risarcite da Weinstein per un totale di 25 milioni di dollari. Il processo di New York si baserà su due denunce: quella di una donna che accusa Weinstein di averla stuprata nel 2013 in un hotel di New York, e un'altra, Mimi Haleyi, che ha raccontato di essere stata costretta a un rapporto orale nell'appartamento del produttore, a Soho, Manhattan.

Ellen Barkin, Rose McGowan, Rosanna Arquette e Lauren Sivan fuori dal tribunale (Ansa)

Weinstein rischia l'ergastolo

Sono attese anche le testimonianze di altre donne, tra cui l'attrice Annabella Sciorra, premio Emmy per il suo ruolo nella serie "Sopranos", che ha raccontato di essere stata violentata da Weinstein. La difesa insisterà nel sostenere che nessuna delle donne venne sottoposta ad atti sessuali contro la loro volontà. Se dovesse essere condannato, l'ex produttore rischia l'ergastolo per l'accusa più grave che scatta quando ci sono due o più stupri. Il processo dovrebbe durare fino a marzo, con almeno otto settimane di dibattimento e audizione dei testimoni. Poi ci sarà la sentenza.

Data ultima modifica 06 gennaio 2020 ore 19:48

Leggi tutto
Prossimo articolo
Segui Sky TG24 sui social:

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"