Tunisia, incidente a bus turistico: i morti sono 26

Mondo

L'1 dicembre il mezzo è uscito di strada, ribaltandosi. All'origine della tragedia probabilmente una manovra sbagliata. L'incidente ha causato anche 16 feriti

È salito a 26 morti il bilancio dell'incidente che l'1 dicembre ha coinvolto un bus turistico nei pressi di Ain Draham, nel nord-ovest della Tunisia. Lo riferisce un bollettino del ministero della Salute tunisino. I feriti sono 16. I passeggeri erano giovani di età compresa tra i 20 e i 30 anni, secondo quanto ha reso noto la Protezione Civile locale.

Una manovra sbagliata

“È molto probabile che l'autista dell'autobus abbia perso il controllo del veicolo in una curva conosciuta per essere pericolosa e il mezzo si è capovolto quattro volte prima di adagiarsi su un fianco sul fondo di una scarpata”, ha detto il direttore regionale della Protezione Civile di Jendouba, Mounir Ryabi, aggiungendo che il bus è caduto da un'altezza di 70 metri. Secondo il ministro tunisino del Turismo, Renè Trabelsi, il pullman turistico apparteneva ad un'agenzia di viaggi riconosciuta e con regolare licenza.

Sul posto anche il premier e il presidente

Sul luogo dell'incidente si erano recati il presidente della Repubblica Kais Saied ed il premier Youssef Chahed, che ha aperto un'unità di crisi per l'accaduto. Sono in fase avanzata le operazioni di riconoscimento dei cadaveri e, nella giornata del 2 dicembre, i corpi delle vittime dovrebbero essere consegnati alle famiglie all'ospedale Charles Nicolle di Tunisi.

Mondo: I più letti