Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Attacco Londra, Bbc: morte due persone. La polizia uccide l’aggressore

Londra, la polizia spara all'aggressore di London Bridge

Leggi tutto
1 nuovo post
Paura a Londra dove due persone sono state uccise e diverse sono rimaste ferite in un'aggressione con un coltello dalle parti del London Bridge (FOTO). La polizia ha sparato e ucciso l'aggressore che indossava un finto giubbotto esplosivo. Per Scotland Yard si tratta di terrorismo. Alcuni passanti  hanno atterrato e disarmato l'aggressore ancor prima dell'arrivo della polizia. In uno dei numerosi video che circolano in rete ripresi da ogni angolazione del ponte, dalle finestre degli uffici soprastanti e dall'interno di un autobus bloccato a poca distanza, si distingue chiaramente un gruppo di uomini, almeno 5 o 6, che circondano e si avventano sull'aggressore, mentre altri si tengono più a distanza ma sembrano comunque pronti a intervenire.
L'attentatore, secondo quanto riferito da diversi media, era legato a gruppi di matrice islamica ed era uscito di prigione un anno fa.
- di Redazione Sky TG24

Fonti: killer legato a gruppi matrice islamica

L'aggressore di London Bridge era un ex detenuto con legami con gruppi terroristici di matrice islamica. Lo riferiscono stasera fonti degli organi di sicurezza britannici citati dalla Bbc e dall'agenzia Pa, senza per ora rendere nota l'identità dell'uomo.

Il Times in edicola domani riferisce da parte sua che l'uomo era stato rilasciato dal carcere un anno fa, a condizione di portare con sé un braccialetto elettronico per essere sorvegliato. E che aveva partecipato subito prima dell'accoltellamento a una conferenza sulla riabilitazione dei detenuti organizzata a Londra dalla Universita' di Cambridge e svoltasi nella non lontana Fishmongers' Hall, minacciando di far saltare in aria l'edificio e poi allontanandosi di corsa. Una fonte investigativa citata stasera dalla Pa conferma che era un personaggio noto alla polizia britannica e ritenuto vicino a gruppi del terrorismo jihadista.

- di Redazione Sky TG24

Terrorismo, Tajani: Londra e L'Aia ci riportano a ricordo Strasburgo

 
"Giornata di terrore a Londra e L'Aia morti e feriti che ci riportano al brutto ricordo dell'attentato di un anno fa a Strasburgo. Sono vicino al popolo britannico, quello olandese e le famiglie delle vittime. Mai abbassare la guardia contro il terrorismo". Lo scrive su Twitter Antonio Tajani, vicepresidente di Forza Italia e presidente della Commissione Affari costituzionali al Parlamento Europeo.
- di Redazione Sky TG24

Johnson: valori britannici prevalgano su terrore 


"I nostro valori, i valori britannici, prevarranno" sul terrore. Così Boris Johnson alla Bbc, a margine di una riunione del comitato d'emergenza Cobra dedicata all'accoltellamento di London Bridge. Il premier Tory ha assicurato che gli organi di polizia sono al lavoro e si è impegnato a far sì che chiunque sia connesso con questo attacco sia "catturato e ne risponda di fronte alla giustizia". Ha quindi aggiunto che gli aggressori "non ci dividono né ci intimidiscono", e ha invitato la gente a restare "vigile".
   
- di Redazione Sky TG24

Comandante polizia, rafforzati pattugliamenti città

 
La polizia britannica sta indagando a pieno regime sull'attacco di London Bridge e ha rafforzato i pattugliamenti e la sua presenza per strada per rassicurare la cittadinanza. Lo ha detto stasera la comandante di Scotland Yard, Cressida Dick, confermando la morte di due dei feriti e precisando che tre degli altri restano al momento in ospedale. Dick ha elogiato "il coraggio straordinario" dei passanti intervenuti per fermare il killer, ha aggiunto che l'attacco è durato in totale 5 minuti e ha invitato tutti a vigilare, ma a non piegarsi dinanzi "all'ideologia terroristica" che sa solo esprimere "odio". Ha quindi confermato che la zona attorno a London Bridge resta transennata e che la polizia vuole sentire tutte le persone che hanno girato video dell'attacco. Nulla invece per ora sull'identità dell'aggressore o delle vittime. Dick ha anche riferito d'aver incontrato Boris Johnson - che ora presiede una riunione del comitato d'emergenza Cobra e ha sentito il leader laburista Jeremy Corbyn - nonché la ministra dell'Interno, Priti Patel, e il sindaco di Londra, Sadiq Khan.
 
 
- di Redazione Sky TG24

Attacco con coltello anche a L'Aja, almeno 3 feriti, aggressore in fuga

 
Tre persone sarebbero state ferite in un accoltellamento nella principale via dello shopping della capitale olandese. Un sospetto è in fuga: lo riferisce la polizia dell'Aja, che sarebbe sulle tracce di un uomo sui 45 anni, dalla carnagione scura. 
 

Attacco all'Aja, uomo con coltello ferisce alcuni passanti | Sky TG24

Leggi su Sky Tg24 l’articolo Attacco all'Aja, uomo con coltello ferisce alcuni passanti | Sky TG24
- di Redazione Sky TG24

Johnson chiama Corbyn e lo informa sull'attacco

Il premier britannico Boris Johnson ha telefonato al leader laburista Jeremy Corbyn per ragguagliarlo sull'attentato di oggi sul London Bridge. Il primo ministro riceverà, nelle prossime ore, ulteriori aggiornamenti sulle indagini.
- di Redazione Sky TG24

I feriti portati via dal London Bridge

 

- di Redazione Sky TG24

Bbc: morte due persone

 

Secondo la Bbc due dei feriti nell'attentato sarebbero morti

- di Redazione Sky TG24

Guardian: morto uno dei feriti

Secondo quanto riferito dal Guardian una delle persone ferite nell'attentato sarebbe morta.

- di Redazione Sky TG24

Almeno 10 feriti di cui due critici

Sono almeno 10 i feriti nell'attacco terroristico sul London Bridge. Lo riferisce il Guardian, sottolineando che vi è "seria preoccupazione" per due di loro. Nel corso della conferenza stampa la polizia non aveva fornito un numero preciso dei feriti né delle loro condizioni. 
- di Redazione Sky TG24

Boris Johnson: "Ringrazio la polizia e i servizi di soccorso"

- di Redazione Sky TG24

Il sindaco: gravi alcuni feriti

Secondo il sindaco di Londra, Sadiq Khan alcune delle persone ferite nell'attacco sul London Bridge sarebbero in gravi condizioni.
- di Redazione Sky TG24

Scotland Yard: chi ha video e foto dell'aggressione le condivida con la polizia

- di Redazione Sky TG24

Il panico a London Bridge e l'intervento della polizia. Foto

 
- di Redazione Sky TG24

Il finto giubbotto esplosivo

"Posso confermare - ha detto ai giornalisti Neil Basu, numero 2 di Scotland Yard e responsabile dell'antiterrorismo - che la polizia è stata chiamata per un episodio di accoltellamento attorno alle 14 e che un uomo di sesso maschile è stato colpito con armi da fuoco da agenti specializzati. Il sospetto e' morto sul posto". "Posso inoltre confermare che il sospetto indossava un equipaggiamento che al momento riteniamo fosse un falso ordigno esplosivo", ha aggiunto Basu, ribadendo che l'episodio è indagato come un atto di terrorismo, ma senza sbilanciarsi sulla possibile matrice né comunicare per ora l'identità dell'ucciso. Confermato infine il bilancio di alcuni persone ferite fra le vittime dell'accoltellamento, ma non di morti.
- di Redazione Sky TG24