Stadio vuoto per la partita Corea del Nord-Corea del Sud. A Pyongyang finisce 0 a 0. VIDEO

Mondo

Il derby delle due Coree non si giocava nel paese da 30 anni. Porte chiuse e diretta vietata: tra i pochissimi ammessi il presidente della Fifa. Il match è finito 0-0

“Nessuno allo stadio” come cantavano gli Elio e le storie tese nel ‘94. La sfida per le qualificazioni ai mondiali del 2022 tra Corea del Nord e Corea del Sud si è giocata a porte chiuse. Nessun pubblico ma anche nessun gol: 0-0 il risultato finale.

Una partita blindata

Il paradossale match ha avuto luogo nello stadio Kim Il-sung, arena dedicata al nonno dell’attuale leader Kim Jong-un, nella capitale Pyongyang. Erano 30 anni che il derby delle due Coree non si giocava nel territorio del regime.  Nel 2010, le due rappresentanze dovettero volare a Shanghai perché i nordisti si rifiutarono di suonare l’inno avversario, inno che si sente invece nel video pubblicato da Storyful. Tra i pochissimi ammessi allo stadio il presidente della Fifa Gianni Infantino e l’ambasciatore svedese Joachim Bergström, grazie al quale la partita è stata documentata su Twitter. Già perché è stata anche vietata la diretta delle immagini, cosa che ha fatto infuriare molti sudcoreani che volevano godersi il match. L’agenzia stampa sudcoreana Yonhap dichiara di non conoscere il motivo della decisione presa a Pyongyang.

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24