Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Tifone Hagibis sul Giappone: almeno 33 morti. Allagamenti e abitazioni senza elettricità

Tifone Giappone, vittime e dispersi

3' di lettura

I dispersi sono almeno 19 e i feriti 170 dopo il passaggio della perturbazione sul Paese. Particolarmente colpite le zone di Nagano e di Tokyo, ma è allerta meteo anche su Fukushima. Oltre 370mila case rimaste senza corrente e 14mila senza acqua

Almeno 33 morti, 15 dispersi e più di 170 feriti. È questo il bilancio, ancora provvisorio, del passaggio del tifone Hagibis sul Giappone, con raffiche di vento che hanno raggiunto i 216 km all'ora. (FOTO - VIDEO). Particolarmente colpite le zone di Nagano e di Tokyo, ma è allerta meteo anche su Fukushima. Per più di 7 milioni di persone è scattato l'ordine di evacuazione non obbligatoria e diverse decine di migliaia hanno seguito la raccomandazione. Per aiutare la popolazione, il governo del premier Shinzo Abe ha deciso di mettere in campo 27mila uomini tra soldati e soccorritori.

Allagamenti a Nord di Nagano

Secondo il ministero delle Infrastrutture, per le violente piogge sono straripati 21 fiumi e ci sono state una cinquantina di frane e smottamenti in 12 diverse prefetture. Le operazioni di soccorso continuano senza sosta nell'arcipelago centro-orientale, in particolare nella città a Nord di Nagano, dove gli argini del fiume Chikuma hanno ceduto provocando massicci allagamenti, con un livello dell'acqua in alcune parti del territorio che ha raggiunto anche i 5 metri. A Kawagoe, a nord-ovest di Tokyo, i soccorsi hanno evacuato in barca un gruppo di anziani, alcuni su sedia a rotelle, da una casa di cura. L'aeroporto cittadino di Haneda, a Tokyo, ha ripristinato i servizi ma un gran numero di voli rimangono cancellati. Hanno ripreso a funzionare, invece, i treni superveloci Shinkansen con partenza dalla capitale, così come la metropolitana. 

Oltre 370mila abitazioni senza elettricità

Il capo di Gabinetto Yoshihide Suga ha riferito che 376mila abitazioni erano senza elettricità e 14mila avevano subito l'interruzione dell'approvvigionamento dell'acqua. I disagi maggiori nella prefettura di Chiba, a Est di Tokyo e nelle aree vicine. Nel pomeriggio il tifone Hagibis dovrebbe però indebolirsi e, con ogni probabilità, sarà declassato a ciclone tropicale.

L'arrivo del tifone Hagibis in Giappone

Hagibis ha toccato terra il 12 ottobre, poco prima delle 19 ora locale, e ha raggiunto Tokyo intorno alle 21, accompagnato da raffiche di vento fino a 200 km all'ora ancor prima di toccare il suolo. Il tifone ha anche costretto a modificare l'organizzazione di due gare sportive previste in questi giorni in Giappone. Le sessioni di qualificazione del Gran Premio di Formula 1 a Suzuka sono state posticipate da sabato a domenica, seguite poi dalla gara che ha preso il via alle 7.10 ora italiana (LA GALLERY). Tre partite della Coppa del mondo di rugby (Francia-Inghilterra e Nuova Zelanda-Italia in programma sabato e Namibia-Canada domenica) sono state cancellate. Si terrà invece, come previsto, Scozia-Giappone.

Una foto aerea degli allagamenti a Nagano (Ansa)

Data ultima modifica 13 ottobre 2019 ore 16:39

Leggi tutto
Prossimo articolo
Segui Sky TG24 sui social:

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"