Neymar accusato di stupro, la donna non si presenta alla polizia

Mondo

Il campione del Psg è stato accusato di stupro da una 26enne brasiliana che però non si è presentata per la dichiarazione giurata. Senza la sua deposizione, l'iter dell'indagine penale non potrà partire

La donna che ha accusato Neymar di averla stuprata è stata convocata due volte dalla polizia brasiliana, ma ancora non si è presentata per prestare dichiarazione sulla sua denuncia, registrata venerdì 31 maggio. Lo ha reso noto il quotidiano 'O Globo', citando fonti ufficiali.

La dichirazione giurata

L'identità della 26enne non è stata resa nota. Era attesa dalla polizia lunedì o martedì, ma la donna non si è presentata. Senza la dichiarazione giurata del denunciante, in Brasile, non può partire l'iter dell'indagine penale, che prevede la raccolta della dichiarazione del denunciato e delle prove. Se la 26enne non andrà alla terza convocazione, dunque, l'imputazione non potrà essere formalizzata. 

L'accusa

L'accusa nei confronti del calciatore brasiliano, campione del Psg, è di aver violentato la donna lo scorso 15 maggio in un albergo parigino. Dall'esame medico effettuato il 21 maggio a San Paolo, dove la donna - anche lei di origini brasiliane - era rientrata, è risultato che la donna presentava "dolore, perdita di peso, ansia, problemi gastrici post-stress ed ematomi causati da aggressioni su gambe e natiche". Uno studio legale incaricato inizialmente dalla ragazza ha fatto sapere di aver rinunciato al mandato perché la richiesta iniziale era di una denuncia "per aggressione, non per stupro". La donna, secondo la Fernandes Abreu Advogados, avrebbe riferito ai legali "che il rapporto avuto con Neymar Jr. era stato consensuale, ma che durante l'atto il giocatore era diventato violento" e l'aveva di fatto aggredita.

La difesa del calciatore

Quando l'accusa è stata diffusa il giocatore del Paris Saint Germain ha registrato un video su Instagram in cui ha reso pubblici i messaggi e le foto erotiche che si sarebbe scambiato su Whatsapp con la donna che lo accusa, sia prima che dopo il 15 maggio. Il calciatore sostiene che si tratti di una "trappola", di un tentativo di estorsione nei suoi confronti. “C’è stata una relazione fra un uomo e una donna dentro quattro mura. Il giorno dopo, non è successo nulla”, ha spiegato Neymar.

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24