India, ciclone Fani devasta la costa est: venti fino a 205 km/h. VIDEO

Mondo

Zone allagate, alberi sradicati, pali spezzati e tetti scoperchiati. Sono circa 1,2 milioni le persone evacuate e trasferite in 4.000 rifugi. Risulta colpita soprattutto la città turistica di Puri

 

Il ciclone Fani si è abbattuto sulla costa Est dell’India dopo aver colpito il golfo del Bengala. Molte zone sono state allagate, migliaia di alberi sono stati sradicati, pali della luce spezzati, tetti scoperchiati e un numero imprecisato di case distrutte. I venti hanno raggiunto i 205 km/h. (FOTO)

Evacuati 1,2 milioni di indiani 

Il ciclone, di grado 5, ha provocato l'evacuazione di 1,2 milioni di indiani che sono stati trasferiti in 4.000 rifugi. La più colpita è stata la città turistica di Puri.

Fani è il ciclone più forte mai registrato dal 1999

Fani è il ciclone più forte mai registrato dal 1999, quando un altro fenomeno simile ha provocato 10.000 morti nello stesso stato.

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24