Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Presidente cinese Xi Jinping a Roma. Mattarella: "Via della Seta è a doppio senso"

Cooperazione "rafforzata" Italia-Cina con le nuove intese sul commercio e "confronto costruttivo sui diritti". Mattarella ne parla con il presidente cinese Xi nell'incontro al Quirinale. Jinping parla di "partnership strategica" con l'Italia

Leggi tutto
1 nuovo post
Nessuna volontà di deragliare dalla strategia economica Ue o dall'alleanza euro-atlantica ma, anzi, il tentativo di porsi come apripista per una nuova era nei rapporti tra Cina e Ue. È su questo binario che si dipana, nel giorno clou della visita (FOTO) del presidente Xi Jinping a Roma (VIDEO), la strategia del Quirinale rispetto al Memorandum sulla Via della Seta. Un documento sul quale, nonostante l'incedere dello scontro tra M5S e Lega, la rotta del presidente Sergio Mattarella è stata sempre lineare, all'insegna di un multilateralismo e di un principio di equità, nella cooperazione tra i due Paesi, che il capo dello Stato cita più volte senza tralasciare, tra l'altro, il delicato nodo dei diritti umani.

Il mini-terremoto europeo

C’è da dire che, sul Memorandum tra Italia e Cina, in queste ore si è scatenato anche un mini-terremoto europeo. Con il presidente Emmanuel Macron pronto a mettere in campo, con Angela Merkel e Jean Claude Juncker, una sorta di controvertice a Parigi. Al Quirinale, tuttavia, non c’è alcuna volontà di ingigantire la mossa del presidente francese. Sul Memorandum, si sottolinea, l'Italia è al lavoro da tempo, nel rispetto della sua libertà d'azione ma senza intaccare ne' il patto europeo ne' l'alleanza euro-atlantica. Punto, sul quale, Mattarella ottiene il pieno accordo di Xi Jinping, che nel corso del bilaterale mette in chiaro un concetto: il suo approccio all'Europa non sarà come quello di chi si appresta a scegliere da "un menù alla carta" bensì nel rispetto dell’unità europea.

Accolte le istanze italiane sulle telecomunicazioni

Le dichiarazioni congiunte con cui i due presidenti si presentano alla stampa dopo il bilaterale, non a caso, sono studiate parola per parola. Anche in quelle mancanti, come il termine telecomunicazioni. Segno che, in 48 ore, qualcosa è cambiato e sono state accolte le istanze italiane - emerse sulla scia dell'allarme di Washington sul 5G - sulle tlc. È una modifica di non poco conto, nello schema di accordi italo-cinesi, ma, sostanzialmente, è anche la più importante.

Il Memorandum per la Belt and Road Initiative

Le intese sui porti di Genova e Triste, nonostante le perplessità leghiste dei giorni scorsi, vedono infatti luce verde. E un complessivo via libera hanno anche tutte le intese prettamente commerciali, nonché' la possibilità, per Cassa Depositi e Prestiti, di utilizzare i cosiddetti "Panda bond", obbligazioni attraverso cui potranno arrivare risorse liquide cinesi alle aziende italiane. Nelle prossime ore, a Villa Madama, le due parti dovrebbero sigillare questo, ed altre accordi. E sarà il vicepremier Luigi Di Maio a mettere la sua firma sul Memorandum per la Belt and Road Initiative che lo ha visto, in questi giorni, in una costante trincea anti-leghista.

Salvini lontano da Roma

Non a caso, nel giorno di Xi a Roma Salvini si tiene lontano, dialetticamente e fisicamente, dalla Capitale. Impegnato nella campagna elettorale in Basilicata e piuttosto restio a osannare l'intesa italo-cinese. "L'intervento di Mattarella è una buona notizia", si limita a dire il vicepremier mentre Conte, prima già a Bruxelles e poi via Facebook a Roma rilancia i benefici del Memorandum per l'Italia. Un Memorandum che il premier sente anche un po' suo.
- di monica.serra

Il liveblog si chiude qui. Per tutte le novità seguite la diretta di Sky Tg24.

- di monica.serra

Xi  torna in hotel dopo la cena a Quirinale

 
Il presidente cinese Xi Jinping è rientrato in hotel dopo la cena al Quirinale. In programma domani mattina, prima della partenza per Palermo prevista alle 14, un saluto di commiato al Quirinale, l'incontro con il premier Conte e la firma degli accordi a Villa Madama.
- di monica.serra

 La cena di gala al Quirinale

 
Cena di gala al Quirinale
 
- di monica.serra

Il videoracconto della visita di Xi Jinping al Quirinale

 

 
- di Daniele Troilo

Xi Jinping è arrivato al Colle per la cena

 

Il presidente cinese Xi Jinping è arrivato al Quirinale per la cena di gala offerto dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Il corteo di auto della delegazione cinese ha fatto il suo ingresso da pochi minuti al palazzo del Quirinale, dove è prevista una cena con circa 150 ospiti.
- di Daniele Troilo

Ue: con Cina collaborare ma uniti e ad armi pari

 


 
- di Daniele Troilo

Tria arrivato al Quirinale

 

Il ministro dell'Economia Giovanni Tria è arrivato al Quirinale per la cena di Stato del presidente Sergio Mattarella e del presidente cinese Xi Jinping.
- di Daniele Troilo

Padoan: politica sia 'guardinga' ma non perdere opportunità

"Non si può non fare i conti con la Cina. Sarebbe meglio avere una politica europea nei confronti della Cina, che non c’è. Comunque, se non c’è una politica europea, la politica italiana deve essere molto guardinga ma anche deve evitare di perdere delle opportunità". Lo ha detto l'ex ministro dell'Economia e delle finanze, Pier Carlo Padoan, nella giornata in cui è iniziata la visita in Italia del presidente cinese Xi Jinping commentando il dibattito in corso sulla firma del memorandum d'intesa sull'iniziativa Belt and Road, la nuova Via della Seta. Il deputato del Pd ha parlato a margine della presentazione a Bologna del suo libro "Il sentiero stretto".
- di monica.serra

Fico: su Via Seta l'Italia si muove nel quadro Ue

 
"Voglio oggi rilanciare il protocollo parlamentare fra Camera dei deputati e Assemblea nazionale del popolo cinese anche in vista dell'importante vertice a Bruxelles del 9 aprile tra l'Ue e la Cina, perché l'Italia si muove nel quadro giuridico dei principi europei anche negli accordi sulla nuova Via della Seta. L'Italia considera molto importante il dialogo tra Ue e Cina". Lo ha detto il presidente della Camera Roberto Fico, incontrando nella biblioteca del presidente di Montecitorio, il presidente cinese Xi Jinping. Fico ha accompagnato il presidente cinese nella sala della Lupa di Montecitorio e poi nella biblioteca, dove ha pronunciato un messaggio di saluto: "Sono molto contento - ha affermato - di riceverla qui oggi e la ringrazio per la sua visita. Possiamo sviluppare in modo un po' più profondo i rapporti di amicizia tra Italia e Cina e tra i nostri due popoli. Sono convinto - ha aggiunto - che il dialogo tra i Parlamenti sia un dialogo fondamentale, una delle diplomazie più importanti che ci sia".
- di monica.serra

Appena concluso, a Montecitorio, il colloquio tra Xi Jinping e  Fico

 
- di monica.serra

Fico a Xi: riattivare collaborazione parlamentare

 
"Dal Parlamento italiano c’è grande interesse a rapporti con la Cina, come dimostra il dibattito alla Camera di pochi giorni fa con il presidente del Consiglio. Siamo pronti a riattivare il protocollo di collaborazione parlamentare fra Camera dei deputati e Assemblea nazionale del popolo cinese inaugurato nel 2001". Lo ha detto il presidente della Camera, Roberto Fico, nel suo saluto al presidente della Repubblica popolare cinese Xi-Jinping.
- di monica.serra

Xi a Roma: presidente Cina, apprezzamento bilaterale a Colle

 
Parole di grande apprezzamento e soddisfazione, a quanto si apprende da fonti di Palazzo Madama, sono state espresse dal presidente cinese Xi Jinping per l'incontro di questa mattina con il presidente Sergio Mattarella, nel corso del bilaterale a Palazzo Madama con la presidente del Senato Maria Elisabetta Casellati.
- di monica.serra

Casellati a Xi: sua visita segno di vicinanza a Parlamento

 
"La sua visita qui è un segno di grande attenzione e vicinanza alle istituzioni parlamentari, che sottolinea l'amicizia e il rispetto che legano i nostri Paese". È quanto ha detto, secondo quanto si apprende, la presidente del Senato Maria Elisabetta Casellati nel corso dell'incontro con il presidente cinese Xi Jinping. Lo scambio culturale tra i due Paesi e' stato uno dei temi del colloquio, con Casellati che ha definito Italia e Cina due superpotenze culturali con un'immensa potenzialità di cooperazione.
- di monica.serra

Attivati da polizia protocolli di sicurezza per il soggiorno del presidente Xi

 
- di monica.serra

La moglie Xi lascia Palazzo Colonna, un'ora tra le arti

 
È durata circa un'ora la visita privata della First Lady cinese, Peng Liyuan, alla Galleria Colonna. A quanto si apprende, oltre a quella del Quirinale, è stata l'unica 'visita culturale' nel programma del secondo giorno a Roma della moglie del presidente cinese, che domani in mattinata è invece attesa alla Galleria Borghese, un altro dei gioielli artistici della capitale. La First Lady - che si era cambiata d'abito rispetto a questa mattina al Quirinale - indossava un cappotto cammello e un tailleur color panna - all'uscita del palazzo nel cortile si è concessa per alcuni secondi ai fotografi.
- di monica.serra

Amnesty: "Gli affari con la Cina valgono più dei diritti umani"

- di monica.serra

Macron: Cina rivale sistemico Ue, l’ingenuità è finita

 
 "La Cina è un rivale sistemico", ma anche "un partner economico" dell'Unione europea. Lo ha detto il presidente francese Emmanuel Macron al termine del Consiglio europeo, elogiando poi il documento della Commissione europea e affermando che "il tempo della ingenuità europea è finito".
- di monica.serra

Xi Jinping arriva a Palazzo Madama

 
Il presidente cinese Xi Jinping è arrivato a Palazzo Madama, accolto dal presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati. Xi è entrato a Palazzo Madama dall'ingresso di San Luigi dei Francesi, quindi si è fermato nella sala Postergali per la foto-op con Casellati.
- di monica.serra

First Lady in visita a Palazzo Colonna

 
Amante delle arti, donna colta e raffinata, la First Lady cinese Peng Lihuan a Roma ha voluto visitare Palazzo Colonna, uno dei più grandi e antichi palazzi privati della capitale e uno dei più sontuosi d'Europa. La galleria Colonna (di solito visitabile solo il sabato mattina) è stata aperta appositamente per la moglie del presidente Xi Jinping, per la quale è stata organizzata una visita privata. La signora, accolta sull'atrio dal principe Prospero Colonna e dalla consorte, Jeanne, è accompagnata da un seguito di circa 20 persone che si muovono in sei auto.
- di monica.serra