Brexit, May annuncia: "L'11 dicembre il voto in Parlamento"

Mondo

La premier britannica comunica la data in cui l'intesa per l'uscita della Gran Bretagna dall'Ue sarà sottoposta alla ratifica di Westminster. Il dibattito inizierà il 4 dicembre e durerà una settimana. Il capo dell'esecutivo ribadisce: "È il miglior accordo possibile"

La premier britannica Theresa May ha indicato la data dell'11 dicembre per il voto di ratifica del Parlamento di Westminster dell'accordo di divorzio dall'Ue sottoscritto a Bruxelles. May ha citato questa scadenza rispondendo a una domanda verso la fine di un botta e risposta alla Camera dei Comuni che si è protratto per oltre 2 ore. Il capogruppo del Partito Conservatore, Julian Green, ha confermato l'indicazione in una lettera ai deputati, precisando che il dibattito durerà una settimana e inizierà il 4 dicembre.

May: "Non esiste un accordo migliore disponibile"

L'accordo sulla Brexit sottoscritto con l'Ue al vertice di Bruxelles di fine settimana "è giusto" per la Gran Bretagna e rispetta "la volontà democratica espressa dal popolo" britannico nel referendum del 2016, ha detto May alla Camera dei Comuni illustrando l'intesa raggiunta e invitando il Parlamento ad approvarlo nel voto di ratifica. Sulla Brexit "non esiste un accordo migliore disponibile" da parte dell'Ue, ha continuato la premier, che ha avvertito che in caso di bocciatura della ratifica del Parlamento si "tornerebbe alla casella numero uno". May afferma che "il popolo britannico vuole" girare pagina e che questo accordo consentirà alla Gran Bretagna di mantenere una solida "cooperazione economica e di sicurezza" con i 27 e al contempo d'avviarsi verso "un futuro più luminoso fuori dell'Ue".

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.