"Brexit terribile errore", il fratello di Boris Johnson si dimette

1' di lettura

Clamoroso addio al governo del viceministro dei Trasporti che in un video denuncia il divorzio dall'Ue e invoca il referendum bis che la May esclude

Ha definito la Brexit “un terribile errore” e si è dimesso. Stupisce l’addio di Jo Johnson, non solo viceministro dei Trasporti del governo May, ma anche fratello di Boris Johnson, ex ministro degli Esteri tra i fautori del divorzio del Regno Unito dall'Ue (BREXIT - GUIDA AL NO DEAL).

L'annuncio su Twitter

Johnson junior - da sempre pro Remain - annuncia le dimissioni su Twitter. “Con grande dispiacere, mi sto dimettendo dal governo”. Ed espone le sue ragioni in un video e in un articolo in cui paventa il rischio di un accordo negoziale di uscita "incoerente" per il Regno Unito. Jo Johnson invoca apertamente quel referendum bis che la premier May continua a escludere.

Il fratello Boris: indifendibile la posizione del Regno Unito

Successivamente, Boris Johnson, sempre su Twitter ha espresso ammirazione per il fratello. “Potremmo non essere d'accordo sulla Brexit, ma siamo uniti dallo sgomento per l'intellettualmente e politicamente indifendibile posizione del Regno Unito”.

Leggi tutto
Prossimo articolo

Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

Clicca l'icona e seleziona

"Aggiungi a Schermata Home"

Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

Clicca l'icona e seleziona

"Aggiungi a Home"