L'Ue avverte: "In Italia sui rom giocano con il fuoco"

Mondo
rom_ansa

La commissaria europea alla Giustizia Vera Jurova è "preoccupata" per la discriminazione dell'etnia nel nostro Paese. E ricorda: "Sono strani giorni che ricordano un passato oscuro. Ricordiamo la lezione o si potrebbe ripetere". Salvini replica: basta sciocchezze

In Italia, nell’ 'hate speech' sui rom, "giocano con il fuoco". A dirlo è la commissaria Ue alla Giustizia, Vera Jurova, che si definisce "preoccupata" per la situazione di discriminazione dell'etnia. "In passato abbiamo visto queste categorizzazioni di alcune parti della società. In alcuni documenti nazisti scrivevano che erano bocche inutili da sfamare. Sono strani giorni, che ricordano un passato oscuro", avverte la commissaria. E spiega: "Se non ricordiamo la lezione, questo si potrebbe ripetere di nuovo. Per questo occorre contrapporsi allo 'hate speech' (incitamento all’odio, ndr) con fatti e avvertimenti, e con il dialogo". Alle parole della Jurova ha replicato il ministro dell'Interno Salvini che dice: "Basta sciocchezze, voglio ordine e regole".

Monitoraggio di Bruxelles sulle discriminazioni dei rom

Non è solo l’Italia a finire nel mirino di Jurova però. La commissaria spiega che anche "in altri Stati membri seguiamo le questioni di sanità, abitazioni, lavoro, educazione, e altri fattori alla base delle discriminazioni dei rom e continueremo a farlo". "Attraverso il nostro lavoro con i giganti del web sullo 'hate speech' on-line, siamo in grado di vedere la mappa dell'odio nei vari Paesi dell'Ue - spiega -. Dopo la grande ondata dei migranti, ora sono i rom ad essere in cima alla lista".

La replica di Salvini

Il vicepremier Matteo Salvini ha poco dopo replicata alla commissaria Jurova dicendo: "Ancora sciocchezze da Bruxelles. Perché la signora non viene a visitare un campo rom a Roma o a Milano, fra armi, illegalità, bambini sfruttati e oggetti rubati? Così magari si sveglia e cambia idea. Io voglio ordine e regole".

Mondo: I più letti