Fumo in cabina, scatta l'allarme sull'aereo di Melania Trump

Mondo

La first lady era in volo dal Maryland verso Philadelphia. I passeggeri sono stati costretti a coprirsi la bocca con dei fazzoletti umidi. La causa dell'incidente sarebbe un guasto meccanico a uno dei dispositivi di comunicazione del velivolo

Paura sull'aereo che stava portando Melania Trump a Philadelphia dove la first lady avrebbe dovuto visitare un ospedale: il fumo diffuso all’improvviso in cabina ha obbligato i presenti a coprirsi la bocca con fazzoletti umidi per poter respirare. Il velivolo è quindi stato costretto a tornare alla base di Andrew, in Maryland, da dove era decollato poco prima. Secondo quanto è emerso, la first lady sta bene.

Incidente causato da un guasto meccanico

Stando al racconto dei reporter presenti sul volo, gli agenti del Secret Service che vigilano sulla sicurezza della first lady sono letteralmente balzati dalle proprie poltrone e sono improvvisamente corsi verso la cabina di pilotaggio dando l'allarme ai presenti. Nessuno sarebbe rimasto ferito e l'incidente sarebbe stato causato da un "guasto meccanico", forse a uno dei dispositivi di comunicazione dell'aereo. "All'inizio abbiamo visto un filo di fumo propagarsi per la cabina, ma poi questo si è fatto sempre più intenso e l'odore di bruciato più forte", ha raccontato il reporter della Cnn che era a bordo

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.