Svezia, gioielli della corona rubati dalla cattedrale di Strängnäs

Mondo
GettyImages-famiglia_reale_svezia

I ladri sono scappati dalla chiesa di Stoccolma a bordo di un motoscafo con due corone e un globo. Sono in corso le indagini della polizia, che non è stata in grado di stabilire il valore preciso dei preziosi trafugati

La polizia svedese è alla ricerca dei ladri che hanno rubato alcuni gioielli della corona dalla cattedrale di Strängnäs, ad ovest di Stoccolma. Il furto è avvenuto durante l'apertura della chiesa ai visitatori e il bottino trafugato è di due corone e un globo. I ladri sono poi scappati a bordo di un motoscafo.

Il furto

Secondo quanto riportato dal Guardian, i gioielli reali svedesi trafugati comprendono in particolare un globo adornato di pietre preziose e perle provenienti dal tesoro di Carlo IX e Kristina La Vecchia, databili intorno al 1600. L'emittente locale Aftonbladet ha invece intervistato un uomo, Tom Rowell, che si trovava in chiesa al momento del furto: ha visto due uomini correre fuori dal palazzo, saltare su un motoscafo e fuggire via. Rowell, che si sposerà in quella cattedrale la prossima settimana, si è detto sconcertato dal fatto che delle persone possano rubare da un luogo sacro.

Alla ricerca dei responsabili

La polizia ha messo in piedi una grande operazione per ritrovare i ladri e la refurtiva, ma al momento la ricerca dei criminali si è rivelata infruttuosa. Le forze dell'ordine e il personale della cattedrale hanno dichiarato inoltre che non sono a conoscenza del valore preciso dei preziosi rubati: "È troppo difficile tradurre questi oggetti in un qualche tipo di valuta. Sono unici", ha dichiarato il portavoce della polizia Thomas Agnevik.

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.