Epidemia di Ebola in Congo: al via campagna di vaccinazione

Secondo fonti governative sarebbero in arrivo altre 300mila dosi di vaccino (Getty Images)
3' di lettura

Quattromila dosi, altre in arrivo. Nella città sede del primo contagio urbano altri due casi. La campagna vaccinale partirà dai contatti più stretti dei pazienti

A Mbandaka, la città della Repubblica democratica del Congo teatro del primo caso urbano dell'epidemia di Ebola in corso nel Paese, altri due pazienti hanno contratto il virus. Da lunedì 21 maggio parte la campagna vaccinale nello Stato dell'Africa centrale.

Contagio urbano e vaccinazione

A comunicarlo è stata Jessica Ilunga, portavoce del locale ministero della Salute, secondo quanto riporta anche l'agenzia Reuters. I medici e gli infermieri locali sono scesi in campo per ua campagna che ha l'obiettivo di contenere la diffusione del virus. Già sabato 19 maggio le prime quattromila dosi del vaccino inviato dall'Oms sono arrivate nella città di 1,2 milioni di abitanti sul fiume Congo, dove nel frattempo sono stati confermati altri due casi di ebola. Per l'immunizzazione verrà seguita la cosiddetta procedura "ad anello": i primi a essere vaccinati saranno infatti i contatti stretti dei pazienti che finora hanno contratto il virus.  

46 i casi in Congo, 26 le vittime

Come scrive l'inviato dell'Organizzazione mondiale della Sanità Peter Salama su Twitter, in totale i casi nel Paese, tra sospetti e confermati, sono 46. Tra questi ci sono già 26 morti mentre i contatti identificati sono circa 600. "Il vaccino - spiega l'Oms - è chiamato rVsv-Zebov ed è stato studiato in diversi test clinici che hanno coinvolto oltre 16mila volontari in Europa, Stati Uniti e Africa". Il vaccino "è stato giudicato sicuro per l'uso sugli uomini" ed è già stato testato sul campo in Guinea. In Guinea, Liberia e Sierra Leone, un'epidemia di Ebola a cavallo tra 2013 e 2016 aveva fatto 11.300 vittime.

Altri vaccini in arrivo

Per il Congo si tratta della nona epidemia dal 1970, anno della sua prima comparsa. L'Oms, che nei giorni scorsi si è detta "preoccupata" per i nuovi casi, ha fatto sapere che altri 7.450 vaccini realizzati da Maerck stanno arrivando nel Paese e che sarebbe in fase di colloqui per l'invio di altre dosi vaccinali prodotte dalla Johnson & Johnson. Fonti governative - secondo quanto scrivono le agenzie di stampa - parlano inoltre di 300mila dosi in arrivo da non meglio specificati "partner del Congo". Infine, come fa sapere ancora Salama, un comitato ha revisionato le terapie sperimentali disponibili contro l'ebola: delle quattro nello stadio più avanzato di sviluppo solo Zmapp, un cocktail di anticorpi monoclonali, è stato giudicato pronto per l'utilizzo sul campo.

Leggi tutto
Prossimo articolo