Afghanistan, doppio attacco kamikaze: decine di morti e feriti

1' di lettura

Colpiti due centri, uno a Kabul e l'altro nella provincia di Baghlan, in cui si stavano effettuando le operazioni di registrazione degli elettori in vista delle consultazioni del prossimo ottobre. L'Isis ha rivendicato l'attentato nella capitale 

Doppio attacco kamikaze in Afghanistan contro due centri elettorali. Il primo, a Kabul, è stato rivendicato dall'Isis e ha causato 52 morti e oltre cento feriti secondo l'ultimo bilancio fornito dal portavoce del ministero della Sanità afghano, Wahidullah Majroh. Nel secondo a Pul-e-Khumri City, capoluogo della provincia di Baghlan, sono rimaste uccise almeno sei persone, come riferisce Tolo tv. Le modalità dei due attacchi sarebbero molto simili. In entrambi i casi sono stati infatti colpiti due centri in cui si stavano effetuando le operazioni di registrazione degli elettori in vista della consultazione del prossimo 20 ottobre. 

La rivendicazione dell'Isis

Il primo attacco, a Kabul, è stato subito rivendicato dallo Stato Islamico. I talebani, riportano i media Haaretz e Al Arabiya, hanno negato un proprio coinvolgimento. Il portavoce del ministero degli Interni, Najib Danish, ha riferito che l’attentatore è arrivato a piedi, con indosso un giubbotto esplosivo: si è fatto saltare in aria fuori dalla scuola, situata in un distretto a maggioranza sciita. 

Data ultima modifica 22 aprile 2018 ore 15:15

Leggi tutto
Prossimo articolo