Mont Saint-Michel riapre dopo evacuazione. Prefetto: "Nessun rischio"

Mondo
L'isolotto di Mont-Saint-Michel in una foto d'archivio

Questa mattina il famoso sito turistico francese è stato evacuato perché un uomo avrebbe gridato di voler "uccidere" gli agenti. Il soggetto non è ancora stato individuato. Le autorità: "Abbiamo la quasi certezza che non si trovi più qui"

Allarme rientrato a Mont Saint-Michel dopo l'evacuazione di questa mattina. Il sito "non presenta più alcun rischio", come ha detto il prefetto della Manica, Jean-Marc Sabathé, annunciando la riapertura. In mattinata nella zona era scattata una vasta operazione di polizia dopo che un individuo, ancora ricercato, aveva minacciato di voler attaccare le forze dell’ordine.  

Le minacce e la caccia all'uomo "casa per casa"

Dopo le minacce, la polizia francese ha chiuso tutti gli accessi al famoso sito turistico nel Nord della Francia ed evacuato l'area. Su ordine del prefetto l'isolotto è stato setacciato "casa per casa", ma dell'uomo non è stata trovata nessuna traccia. "Abbiamo la quasi certezza che il sospetto non si trovi più qui. Abbiamo controllato casa per casa, ora amplieremo le ricerche e visioneremo i nastri della videosorveglianza", ha spiegato Sabathé. Il prefetto, intervistato da France Bleu Contentin, ha anche precisato che probabilmente c'è una lite dietro all'allarme: l'uomo ricercato "apparentemente voleva fare uno spettacolo di animazione in strada ma c'è stato un alterco con il gestore di un caffé sul posto. A quel punto ha proferito delle minacce contro le forze dell'ordine. Preciso che non ci sono stati colpi d'arma da fuoco né alcuna violenza".

L'evacuazione di Mont Saint-Michel

Una volta scattato l'allarme, il Mont Saint-Michel è stato "completamente evacuato" e i visitatori, "circa un centinaio di persone", sono stati accompagnati all'esterno del sito. "Verso le 11:30 restavano solo cinque o sei persone. Le comunità religiose confinate nell'abbazia e le funzioni religiose annullate", ha riferito il prefetto. 

Comportamenti minacciosi sulla navetta

L'uomo sospetto avrebbe tra i 20 e i 30 anni e sarebbe "in corso di identificazione grazie alla videosorveglianza". Secondo i giornali francesi, non sarebbe armato ma avrebbe con sé uno zaino e avrebbe gridato di voler colpire e "uccidere" i poliziotti. Questa mattina, intorno alle 7:45, avrebbe anche manifestato comportamenti definiti minacciosi sulla navetta che lo conduceva al monte insieme ad altri turisti.

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24