Sudafrica: è morta Winnie Mandela, ex moglie del premio Nobel

2' di lettura

La donna aveva 81 anni e aveva sposato Nelson nel 1958: avevano divorziato nel 1996. Durante la sua attività politica ha lottato contro l’apartheid ed è stata a capo dell'African National Congress Women's League

Winnie Madikizela Mandela, l'ex moglie del presidente del Sudafrica e premio Nobel per la pace Nelson Mandela, è morta all'età di 81 anni. Lo riferiscono i media internazionali che citano il suo assistente personale. Politica e per molti anni a capo dell'African National Congress Women's League, aveva sposato Mandela nel 1958 per poi divorziare nel 1996.

La lotta contro l’apartheid

Mentre il marito trascorreva 27 anni in carcere, fino alla sua storica liberazione nel 1990, Winnie Madikizela condusse una lotta serrata contro l’apartheid. Lei stessa, durante la sua attività politica, fu detenuta e messa al bando dal governo sudafricano, ma anche torturata, sorvegliata e tenuta in isolamento per un anno. Durante gli ultimi anni di prigione di Nelson Mandela, Winnie fu esiliata nella città di Brandfort, e solo ogni tanto le era permesso visitare il marito nel carcere di Robben Island. All’inizio del 1969 venne messa in isolamento per 18 mesi alla Pretoria Central Prison.

Gli scandali e la condanna

Tuttavia, negli anni la reputazione di Winnie Mandela venne macchiata da scandali politici e legali: nel 2003 l'ex moglie di Madiba fu giudicata colpevole di 43 capi di imputazione per frode e 25 per furto, per un totale di un milione di rand (circa 80mila euro), relativi a una tentata truffa ai danni di una banca sudafricana. Venne condannata a cinque anni di carcere duro, ma la pena fu ridotta a tre anni e mezzo con la condizionale.

Leggi tutto
Prossimo articolo