Kim Jong-un in Cina con un treno speciale, nessuna conferma ufficiale

La visita di Kim in Cina arriva dopo un periodo di frizione nei rapporti tra i due Paesi (Getty Images)
3' di lettura

Secondo Bloomberg, il leader nordcoreano avrebbe raggiunto Pechino a bordo di un treno blindato su cui era solito viaggiare il padre. Se la notizia dovesse essere confermata si tratterebbe della prima volta che lascia il Paese dal 2011

Kim Jong-un, il leader della Corea del Nord, ha effettuato il primo viaggio all'estero da quando è salito al potere nel 2011. Lo sostiene l'agenzia Bloomberg, secondo la quale la guida suprema nordcoreana avrebbe raggiunto Pechino, in Cina, a bordo di un treno blindato. La misure di sicurezza molto elevate, e l’utilizzo di un mezzo sul quale era solito viaggiare all’estero il padre Kim Jong-il avevano suscitato speculazioni su una possibile visita già nella mattinata. Sospetti confermati da un dossier pubblicato da Bloomberg che cita tre diverse fonti. 

Ipotesi di denuclearizzazione

Le voci di una possibile visita si erano diffuse dopo che Nippon tv ed altri network giapponesi avevano mostrato le immagini dell'arrivo nella capitale cinese di un treno blindato nordcoreano, molto simile a quelli usati dal precedente leader di Pyongyang per gli spostamenti a Mosca e a Pechino. Il viaggio di Kim Jong-un non è stato confermato ufficialmente e, prima di queste indiscrezioni, non era stata fatta nessuna comunicazione in merito da parte dei media nordcoreani. La scelta di recarsi per la prima volta dagli alleati cinesi potrebbe essere una conseguenza dell'annuncio da parte del presidente statunitense, Donald Trump, di accettare un incontro con Kim dopo il disgelo tra le due Coree favorito dalle Olimpiadi invernali 2018 di PyeongChang. Questa serie di incontri, come riferito dai funzionari sudcoreani che hanno incontrato il dittatore poche settimane fa, potrebbe essere funzionale a un avanzamento dell'ipotesi di denuclearizzazione della Corea del Nord. La visita di Kim in Cina arriva dopo un periodo di frizione nei rapporti tra i due Paesi a causa della decisione adottata da Pechino di aderire alle sanzioni, sancite dal Consiglio di Sicurezza dell'Onu, per far fronte ai programmi missilistici e nucleari di Pyongyang.

Primo incontro con i vertici di Pechino

Dopo i primi segni di disgelo durante le olimpiadi invernale, Kim dovrebbe incontrare verso fine mese il presidente sudcoreano Moon Jae-in. Il summit tra i due leader coreani probabilmente si terrà presso il villaggio di confine di Panmunjeom, e darà il polso delle intenzioni della guida suprema nordcoreana in vista del faccia a faccia con Trump. 

Leggi tutto
Prossimo articolo