"Balle spaziali", astronauta Kanai: "In Iss cresciuto di 9 cm, anzi 2"

Mondo
Norishige Kanai lo scorso dicembre, prima della partenza
Norishige-kanai-ansa

L'astronauta giapponese è sulla Iss da tre settimane. In un tweet aveva annunciato di essere già più alto di 9 centimetri. Poi il passo indietro: c’è stato un "errore di misurazione". E, dopo le polemiche, si è scusato per il polverone

Prima l’annuncio, poi il passo indietro e le polemiche, infine le scuse. Protagonista della vicenda è l’astronauta giapponese Norishige Kanai, in missione sulla stazione spaziale orbitante Iss. Nelle scorse ore aveva scritto sui suoi social network di essere cresciuto in altezza “di nove centimetri in tre settimane”. Un messaggio che aveva subito suscitato interesse e curiosità. Più tardi, però, l’astronauta è stato costretto a rettificare: la crescita sarebbe di 2 centimetri e non di 9. Norishige Kanai è stato così accusato di diffondere notizie false e, dopo le polemiche, ha deciso di scusarsi per il polverone che ha sollevato.

“Sono cresciuto di 9 centimetri”

Tutto è partito da questo tweet. “Ho un annuncio importante. Abbiamo misurato il nostro corpo e wow, wow, wow, sono cresciuto di 9 centimetri”, ha scritto l’astronauta giapponese su Twitter. Norishige Kanai è alla sua prima missione spaziale, si trova sulla Iss dal 17 dicembre scorso e il ritorno sulla Terra è previsto a giugno. “In sole tre settimane sono cresciuto come una pianta. Sono un po’ preoccupato di riuscire a stare nel sedile della Soyuz al rientro”, ha aggiunto sempre in giapponese.

Le reazioni

Il suo annuncio ha destato molta curiosità. Gli astronauti, infatti, di solito nello spazio crescono tra i 2 e i 5 centimetri a causa dell’assenza di gravità (che permette alle vertebre della spina dorsale di espandersi). Una crescita che si riduce nel giro di qualche settimana dopo il ritorno a casa. I 9 centimetri di Norishige Kanai, però, erano una novità. “Nove centimetri sono molti, ma è possibile, dato che ogni corpo umano è diverso”, aveva detto alla Bbc Libby Jackson dell’Agenzia spaziale del Regno Unito.

Il passo indietro

Poco dopo, però, è arrivato il passo indietro dell’astronauta giapponese. Sempre su Twitter, ha corretto il tiro: ha ammesso di essere cresciuto di 2 centimetri e ha parlato di un “errore di misurazione”. “Sono molto dispiaciuto di aver twittato notizie false”, ha scritto. E, in effetti, sono tante le persone che sui social l’hanno accusato di diffondere fake news. Norishige Kanai ha spiegato che, dato che il suo comandante sulla Iss era scettico, ha ripetuto la misurazione ed è risultato di 2 centimetri - e non di 9 - più alto. Tutto nella norma, quindi. L’astronauta ha anche ammesso di essere “un po’ sollevato”. “Probabilmente entrerò nella Soyuz quando tornerò a casa”, ha concluso. La sua crescita non aveva convinto neppure l’astronauta italiana Samantha Cristoforetti. “Non credo”, ha risposto a chi le chiedeva dei 9 centimetri.

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24