Riforma fiscale Usa, Camera dà ultimo ok. Trump firmerà entro Natale

3' di lettura

Approvato definitivamente, dopo le modifiche del Senato, il testo sul taglio delle tasse. Ora il provvedimento passa alla Casa Bianca, dove dovrà essere firmato dal presidente. Il tycoon esulta per una vittoria che rappresenta una sua promessa elettorale mantenuta

La Camera degli Stati Uniti ha approvato la maggiore riforma fiscale americana dal 1986. Il testo sul taglio delle tasse era stato modificato dal Senato e per questo c’è stato bisogno del nuovo sì della Camera. Ora il provvedimento passa alla Casa Bianca, dove Donald Trump intende firmarlo prima di Natale. Il presidente Usa ha esultato per questo risultato, che rappresenta una sua promessa elettorale mantenuta.

La soddisfazione di Trump

Dopo l’approvazione, Trump ha ringraziato il Congresso per la riforma fiscale. “Questa legge storica – ha detto – rappresenta una vittoria straordinaria per le famiglie americane, i lavoratori e il business”. “La disoccupazione continua a scendere, i mercati sono ai massimi record, gli stipendi presto cresceranno. Tagliando le tasse e riformando un sistema a pezzi stiamo iniettando carburante da missili nel motore della nostra economia”, ha aggiunto. E ancora: “L'America sta tornando a vincere di nuovo e cresceremo come non mai. C'è un grande spirito di ottimismo. Gli americani possono nuovamente essere certi che i giorni più luminosi devono ancora arrivare”.

Il voto della Camera

Il sì definitivo della Camera è arrivato intorno alle 18 italiane. La Camera ha dovuto rivotare dopo le variazioni al testo approvato al Senato. Nelle ore precedenti, infatti, il Senato aveva soppresso tre articoli della riforma fiscale voluta da Trump ritenute in contrasto con le regole parlamentari. Dopo l’approvazione della Camera, deputati e senatori repubblicani sono andati alla Casa Bianca per festeggiare insieme a Trump. I media liberali, comunque, restano critici sulla riforma: sostengono che favorirà prevalentemente le aziende e i più ricchi e farà aumentare il deficit.

“Vittoria storica per gli americani”

Già prima della votazione alla Camera, il presidente Trump aveva esultato: “Una vittoria storica per gli americani”. “Il taglio della tasse – aveva aggiunto anche su Twitter – è così ampio e così significativo, e ancora le Fake News stanno facendo gli straordinari per seguire l'indicazione dei loro amici, i Dem sconfitti, e svilire soltanto. Questo è davvero un caso in cui i risultati parleranno da soli, cominciando molto presto. Posti di lavoro, posti di lavoro, posti di lavoro!", ha twittato. Con “questo testo di legge – ha detto ancora – abbiamo soppresso essenzialmente l'Obamacare e troveremo qualcosa di molto meglio”. Il provvedimento, infatti, prevede anche l'abolizione delle sanzioni per il mancato acquisto di una polizza sanitaria.

Leggi tutto
Prossimo articolo

Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

Clicca l'icona e seleziona

"Aggiungi a Schermata Home"

Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

Clicca l'icona e seleziona

"Aggiungi a Home"