Omicidio Daphne Caruana Galizia: incriminati tre uomini

Mondo
Polizia_Malta_Ansa

Secondo quanto riporta il Times of Malta, si tratta dei fratelli Alfred e George Degiorgio e Vince Muscaterano, che erano tra i 10 sospettati arrestati lunedì scorso. Tutti si sono dichiarati non colpevoli dell’uccisione della giornalista avvenuta il 16 ottobre

La giustizia di Malta ha incriminato nella serata di martedì tre uomini per l'omicidio della giornalista maltese Daphne Caruana Galizia: i tre, riporta il Times of Malta, sono tra le 10 persone sospette arrestate lunedì scorso e si sono dichiarati non colpevoli. Si tratta dei fratelli Alfred e George Degiorgio e di Vince Muscat, tutti molto conosciuti negli ambienti della criminalità e noti alla polizia. Non è chiaro ancora, sottolinea il giornale, se ci sia anche un mandante dell'omicidio della giornalista, avvenuto il 16 ottobre.

La vicenda

La blogger e giornalista era rimasta uccisa in seguito all’espolosione dell'auto su cui si trovava a bordo. Con le sue inchieste aveva accusato il governo di centrosinistra dell'isola di corruzione e due settimane prima dell’omicidio aveva depositato una denuncia dopo aver ricevuto minacce di morte. Nei giorni successivi il figlio Matthew, in un post su Facebook, aveva accusato il governo maltese: "L'avete uccisa voi. Mia madre è stata assassinata perché era per lo Stato di diritto contro chi vuole violarlo. Ecco dove siamo: in uno Stato mafioso dove puoi cambiare gender sulla carta di identità ma vieni ridotto in pezzi se eserciti le tue libertà". 

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24