Rischio incidenti, Ikea ordina ritiro di 29 mln di cassettiere in Usa

Mondo
GettyImages-Ikea

Al centro della polemica il mobile Malm: se agganciato male rischia di ribaltarsi. Negli ultimi 28 anni avrebbe causato la morte di otto bambini e una novantina di ferimenti.  Il ritiro interessa solamente l'America del Nord

L'Ikea ha ribadito l'ordine di ritiro di circa 29 milioni di cassettiere Malm negli Usa e in Canada a seguito della morte di un bambino rimasto schiacciato dal mobile. Si tratta dell’ottavo caso, il primo risalirebbe a 28 anni fa, ma gli episodi successivi sarebbero avvenuti tutti dopo il 2002. La causa dei terribili incidenti, come ha sostenuto la società svedese stessa, sarebbe dovuta al fatto che le cassettiere non erano state correttamente agganciate alle pareti.

Segnalati 186 incidenti

La Consumer Product Safety Commission Usa ha riferito che Ikea avrebbe ricevuto 186 segnalazioni di incidenti con i prodotti della linea Malm. Il caso più recente sarebbe la morte in California del piccolo Jozef Dudek di due anni. Si tratterebbe dell’ottavo bambino rimasto schiacciato dal mobile della società svedese. Oltre alle otto vittime, i mobili Malm avrebbero causato anche il ferimento di oltre 90 bambini. Quello annunciato sul proprio sito ufficiale è il secondo richiamo operato da Ikea preceduto da quello effettuato nel giugno del 2016. Dopo le accuse di non aver fatto abbastanza per informare i consumatori sulla pericolosità di alcuni dei propri mobili e a seguito dell’ultimo incidente occorso al piccolo Josef, la società svedese, come riporta il "Washington Post", ha messo in piedi una vasta campagna di richiamo dei mobili ‘incriminati’, attraverso inserzioni televisive e su carta stampata, i social e tramite e-mail inviate a circa 13 milioni di consumatori, con l’obiettivo di raggiungere il maggior numero di persone possibile.

In Italia ed Europa

Attraverso la campagna di informazione, Ikea vorrebbe anche focalizzare l’attenzione sulla corretta installazione dei propri mobili che vanno ancorati alle pareti con gli accessori che vengono indicati nelle istruzioni di montaggio. Secondo l’amministratore delegato del colosso svedese, Lars Petersson, sarebbe questo il modo migliore per evitare il rovesciamento del mobile. La compagnia si sarebbe offerta inoltre di inviare personale a domicilio per aiutare i consumatori a montare le cassettiere in maniera corretta. Il richiamo dell’Ikea, scattato negli Stati Uniti e in Canada, non è invece valido per le unità vendute in Italia e in tutta l’Unione europea a causa delle diverse norme in materia di sicurezza.

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24