TripAdvisor segnala gli hotel coinvolti in violenze sessuali

Mondo
GettyImages-tripadvisor

Lo riporta il New York Times citando il portavoce del portale, Kevin Carter. Un avviso indicherà le strutture turistiche in cui sono stati denunciati "problemi di salute, sicurezza e discriminazione"

TripAdvisor ha iniziato a segnalare ai suoi utenti le strutture turistiche coinvolte in casi di violenza sessuale o di mancata sicurezza. Lo scrive il New York Times riportando le dichiarazioni di Kevin Carter, portavoce del famoso portale dedicato ai viaggi, che ha sottolineato come l'azienda abbia già iniziato a marchiare con particolari simboli gli hotel e i resort identificati come luoghi in cui si sono verificati episodi violenti.

L'avviso in rosso

"Questi avvisi intendono essere informativi e non punitivi" per le aziende, ha dichiarato ancora Kevin Carter precisando che "vogliamo che i consumatori vedano tanto le buone quanto le cattive recensioni sulle strutture". Intanto sono stati segnalati con il nuovo avviso tre resort nella regione messicana di Playa del Carmen. Si tratterebbe di tre strutture con alti punteggi da parte degli utenti, ma in cui si sono verificati episodi sui quali TripAdvisor consiglia all'utente di informarsi prima della prenotazione. Sulle pagine di queste strutture TripAdvisor segnala con una banda rossa di essere "venuto a conoscenza di recenti eventi o notizie diffuse dai media riguardanti questa struttura che potrebbero non essere riportate nelle recensioni di questo profilo. Pertanto, ti consigliamo di cercare ulteriori informazioni su questa struttura se stai organizzando un viaggio".

Una "sveglia" per gli utenti

L'iniziativa, nata per dare voce alle esperienze violente subite dai clienti e segnalare le strutture coinvolte, è stata ribattezzata "la sveglia di TripAdvisor" da parte di Henry Harteveldt, analista di viaggio e presidente dell'Atmosphere Research Group. L'avviso identificherà, ha detto il portavoce Carter, "problemi di salute, sicurezza e discriminazione in tutte le categorie di viaggio del sito web". Si tratta di segnalazioni solo temporanee, ha precisato Carter, che dovrebbero durare per un periodo massimo di tre mesi, ma che potrebbero essere prolungate se gli utenti dovessero continuare a segnalare problemi legati alla struttura in esame. A prendere le decisioni sull'aggiunta e la rimozione dei bollini di avviso, sarà un comitato di impiegati del portale che, assicura Carter, non rimuoverà gli avvisi senza aver prima aver tenuto in conto le opinioni dei clienti.

Il caso delle recensioni censurate

Solo una settimana fa TripAdvisor ha chiesto pubblicamente scusa a Kristie Love, una 35enne di Dallas, vittima di un presunto stupro in una struttura turistica messicana. Secondo quanto riportato dal "Milwaukee Journal Sentinel", TripAdvisor avrebbe più volte cancellato dal proprio forum un post che Love aveva cercato di pubblicare a partire dal 2010 e nel quale la donna denunciava di essere stata violentata da una guardia di sicurezza di un resort in Messico. Anche un'altra cliente della struttura, secondo il Sentinel, avrebbe tentato invano di denunciare un episodio di violenza accaduto nel 2015. L'azienda ha motivato la censura sostenendo che la precedente politica in vigore per i commenti permetteva di usare solamente un linguaggio "family-friendly". Quella recensione – ha spiegato un altro portavoce di TripAdvisor al Nyt - conteneva una diagnosi medica di terze parti, che non poteva essere pubblicata.

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24