Las Vegas, "l'eroe dal cappello rosso" ritrovato grazie a Facebook

Mondo
post-facebook-sparatoria-las-vegas

Dopo la sparatoria in cui sono morte 59 persone, una donna ringrazia sul social l'uomo che ha aiutato lei e le sue amiche a scappare sane e salve. Insieme al marito, chiede aiuto per ritrovarlo e, due giorni dopo, scopre il nome dello sconosciuto

“Siamo tutte a casa e stiamo bene. Siamo così riconoscenti verso l’UOMO dietro di noi con il CAPPELLO ROSSO. Ci ha salvate”. Inizia così il post pubblicato da Danielle Hall su Facebook, in cui, sopra una foto di lei e le sue amiche durante il concerto di musica country a Las Vegas, racconta come siano riuscite a scappare sane e salve dalla sparatoria in cui lo scorso primo ottobre sono morte 59 persone.

"Prego per lui e la fidanzata"

“Nel mezzo degli spari lui ci ha fatto spostare oltre la transenna (in primo piano nella foto). Siamo state così fortunate. Ci siamo nascoste sotto il palco e siamo uscite dal retro”. Danielle affida a Facebook il racconto di quella sera, e di quell’uomo che le ha aiutate a salvarsi. “Prego che lui e la sua fidanzata siano sani e salvi”. Dopo la sparatoria, infatti, la donna ha perso le tracce dello sconosciuto e non ha idea di come stia.

La scoperta due giorni dopo la sparatoria

Ci pensa suo marito, Larry Rorick, a ritrovarlo. Sempre su Facebook, scrive: “Siamo così riconoscenti all’eroe in rosso che ha aiutato le nostre mogli a superare il cancello e a rifugiarsi sotto il palco. Vorremmo sapere se lui e la sua ragazza ce l’hanno fatta, così da ringraziarlo in futuro. Lui non ha seguito le nostre mogli perché, nel caos, aveva perso la sua ragazza. Le nostre mogli non l’hanno più rivisto”. Conclude il suo post con una richiesta: “Per favore, aiutateci a trovarlo se lo conoscete”. Due giorni dopo, il 3 ottobre, arriva la notizia: “L’abbiamo trovato. È Anthony Chavez. Grazie a tutti per aver trovato l’eroe del cappello rosso!”

"Felice che ci siamo ritrovati tutti"

Anche le parole “dell’eroe ritrovato” non si sono fatte attendere sul social network. Il 3 ottobre, Chavez, ha scritto: “Ho fatto il mio meglio per aiutare più persone possibili prima di rendermi conto di aver perso di vista la mia ragazza nel caos. Sono felice che poi ci siamo ritrovati tutti”. 

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24