Corea del Nord: Trump ci dichiara guerra. Pentagono: arsenale pronto

Mondo

Prima le parole del ministro degli Esteri di Pyongyang, Ri Yong Ho, poi la dura replica della Difesa statunitense. Il funzionario però precisa: “Speriamo che lo scontro resti a parole”

Sale ancora la tensione tra la Corea del Nord e gli Stati Uniti: dopo i ripetuti test missilistici e atomici di Pyongyang, e le sanzioni imposte dall’Onu al Paese – seguite dalle dichiarazioni del presidente Trump – il ministro degli esteri coreano Ri Yong Ho parla apertamente di “guerra” contro gli Usa, minacciando di abbattere i caccia americani anche se fuori dai confini della Corea. Il Pentagono ha replicato duramente: abbiamo un arsenale immenso da fornire al presidente per affrontare l questione. Qualche ora dopo, il portavoce della Casa Bianca precisa: "Non abbiamo dichiarato guerra".

“Parole di Trump una dichiarazione di guerra”

Secondo l’alto funzionario di Pyongyang, le recenti dichiarazioni del presidente degli Stati Uniti Donald Trump rappresentano però “una chiara dichiarazione di guerra”. Parlando con i giornalisti fuori da un hotel a New York – un evento particolarmente raro da parte di un funzionario nordcoreano – Ri Yong Ho ha detto che “tutte le opzioni sono sul tavolo”.

“Abbiamo diritto di abbattere i loro caccia”

“La carta delle Nazioni Unite (di cui la Corea del Nord è membro dal 1991,ndr) sancisce il diritto all'autodifesa degli stati membri – ha ricordato il ministro degli Esteri - e, visto che gli Usa hanno dichiarato guerra al nostro Paese, noi abbiamo il diritto di rispondere e di abbattere i caccia americani anche se non sono ancora all'interno dei nostri confini".

La precisazione: “Speriamo che guerra resti a parole”

Il ministro degli Esteri di Pyongyang ha poi precisato che il paese asiatico "spera sinceramente che la guerra di parole non si trasformi in azionireali". Quindi Ri ha sottolineato: "La comunità internazionale deve ricordare chiaramente che sono stati gli Usa per primi a dichiarare guerra alla Nord Corea".

Pentagono: pronto arsenale immenso per affrontare Corea

"Gli Stati Uniti hanno un arsenale immenso da fornire al presidente Trump per affrontare la questione della Corea del Nord". Lo afferma il portavoce del Pentagono, il colonnello Robert Manning, sottolineando come "tutte le opzioni sono sul tavolo": "Offriremo al presidente tutte le alternative necessarie se le provocazioni di Pyongyang continueranno".

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24