Corea del Nord testa bomba a idrogeno. Trump: “Stato canaglia”

4' di lettura

Pyongyang conferma: prova della bomba H. Gli Stati Uniti minacciano l'intervento militare in caso di nuove provocazioni contro di loro. Putin, però, frena: “Soluzione diplomatica”. Lunedì alle 16 riunione d'emergenza del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite

La Corea del Nord ha comunicato di aver condotto con successo un test atomico in cui è stata esplosa una bomba a idrogeno. Arma che, secondo la tv di Stato Kctv, è destinata "ad armare un super missile intercontinentale". Il Paese è stato scosso da due terremoti, di magnitudo 6.3 e 4.6, presumibilmente causati dal test stesso.
Immediata la dura reazione degli Stati Uniti: “E’ uno Stato canaglia” ha detto Trump, e il segretario alla Difesa Jim Mattis ha sostenuto che, in caso di minaccia agli Usa, la risposta sarà militare. Ma Putin frena: “Serve soluzione diplomatica”. Corea del Sud e Giappone, intanto, chiedono nuove sanzioni: lunedì alle 16 riunione d'emergenza del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite.

La reazione di Corea del Sud e Giappone

“Serve la punizione più forte possibile” per Pyongyang, ha chiesto il presidente della Corea del Sud Moon Jae-inn. Seul ha annunciato che farà tutto il possibile per inasprire ulteriormente le sanzioni contrto il Paese vicino.
Il premier giapponese Shinzo Abe ha annunciato di aver disposto il monitoraggio delle radiazioni che potrebbero arrivare in Giappone.

Riunione d’emergenza dell’Onu

L'ambasciatrice americana all'Onu, Nikki Haley, insieme agli ambasciatori giapponese, francese, inglese e sud coreano hanno richiesto la convocazione di una riunione di emergenza del Consiglio di sicurezza dell'Onu. Lo ha affermato Haley in una nota, sottolineando che la riunione si terrà lunedì 4 settembre alle 16.00, ora italiana.

Trump: “Stato canaglia”

Il presidente Usa Donald Trump ha definito Pyongyang "uno Stato canaglia" che "capisce solo una cosa". Interpellato su una possibile risposta militare, ha risposto “vedremo”.
Il presidente, dopo aver riunito i vertici militari, ha annunciato di pensare a un blocco commerciale statunitense verso i Paesi che fanno affari con Pyongyang.
Il segretario alla Difesa americano, Jim Mattis, ha detto che gli Stati Uniti hanno "molte opzioni militari" per la Corea del Nord. Il capo del Pentagono ha assicurato che ci sarà una "massiccia risposta" militare a qualsiasi minaccia agli Usa, inclusa Guam.

Putin: “Serve soluzione diplomatica”

Il presidente russo Vladimir Putin, durante una telefonata con il premier giapponese Shinzo Abe, ha invece lanciato un appello alla comunità internazionale, chiedendo che venga trovata “una soluzione solo per via politica e diplomatica”.

Test pari a 5 volte la bomba di Nagasaki del 1945

Il sesto test nucleare della Corea del Nord ha avuto una potenza fino a 100 chilotoni, circa 5 volte più forte della bomba sganciata dagli Usa sulla città nipponica di Nagasaki nell'agosto del 1945: lo ha reso noto Kim Young-woo, capo della commissione Difesa del parlamento di Seul, citando le stime dei militari sudcoreani. L'ordigno esploso oggi è il più potente finora provato da Pyongyang, pari a 10 volte il quinto test del 9 settembre 2016, pari a 10 chilotoni. Un chilotone è l'energia liberata da 1.000 tonnellate di tritolo.

Corea del Nord: tutti i video

Leggi anche:
  • Corea del Nord, Trump: “Pronti a usare anche l’arsenale nucleare”
  • 'Ndrangheta, arrestato in Uruguay il boss Rocco Morabito
  • Francia: arresto per la scomparsa della bimba, trovate tracce di Dna
  • Chi è Kim Jong-un, il leader della Corea del Nord
  • Data ultima modifica 03 settembre 2017 ore 10:20

    Leggi tutto
    Prossimo articolo

    SCELTI PER TE

      Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

      Clicca l'icona e seleziona

      "Aggiungi a Schermata Home"

      Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

      Clicca l'icona e seleziona

      "Aggiungi a Home"