Cos’è e quando avviene l’Hajj, il pellegrinaggio alla Mecca

Mondo
Hajj_GettyImages

Due milioni di musulmani si recheranno nella città saudita a partire dal 30 agosto. Il viaggio religioso, che ha il suo culmine nella rotazione intorno alla Kaaba, permette ai fedeli di purificarsi dei peccati. Rafforzate le misure di sicurezza per evitare incidenti

Il 30 agosto inizia l'Hajj, il pellegrinaggio islamico alla città santa La Mecca, in Arabia Saudita. Quest’anno sono attesi almeno due milioni di musulmani che, nell'osservanza del quinto dei pilastri dell'Islam, cercheranno la purificazione dei peccati nel tentativo di avvicinarsi a Dio. Il pellegrinaggio alla Mecca, considerata "la dimora di Allah", è uno degli atti di culto fondamentali della religiosità musulmana e va compiuto obbligatoriamente almeno una volta nella vita da chi ne ha le possibilità fisiche ed economiche.

I riti religiosi

Nel viaggio verso e attorno "la dimora di Allah", il fedele chiede perdono per i suoi peccati e viene purificato attraverso il suo pentimento e la celebrazione dei riti. Il luogo del pellegrinaggio è la grande moschea della Mecca che comprende la fonte sacra di Zamzam e la Kaaba.

Il giro intorno alla Kaaba

La Kaaba è situata nella zona centrale del grande cortile della moschea, è costituita da un edificio cubico che, nel suo lato orientale, custodisce la "pietra nera", un blocco di minerale di colore nero e di origine sconosciuta. Nel corso del rito del Hajj i pellegrini girano in senso antiorario intorno alla Kaaba nel tentativo, se la calca lo permette, di sostare brevemente di fronte alla "pietra nera" per baciarla.

Gli altri riti

Affinché il pellegrinaggio sia compiuto correttamente il fedele, oltre alla rotazione attorno alla Kaaba, deve portare a termine altre attività tra cui: la sacralizzazione, compiere il percorso tra Safa e Marwa e sostare sul monte Arafat. La prima consiste nel vestirsi con abiti senza cuciture e nel pronunciare la "talbyia", ovvero la preghiera di lode a Dio. La seconda attività invece si porta a termine effettuando sette volte il percorso tra le due collinette (Safa e Marwa) che si trovano nei pressi della grande moschea della Mecca. Mentre l'ultima prescrizione obbliga i fedeli a recarsi presso il monte Arafat, dove vengono compiuti alcuni riti, tra cui il taglio dei capelli. Il musulmano, dopo il pellegrinaggio, acquisisce il titolo meritorio di "Hajji", e dovrebbe tendere a una vita devota.

Le date del pellegrinaggio alla Mecca

Nel calendario islamico, l'Hajj comincia l'ottavo giorno del mese lunare "Dhu al-Hijja", l'ultimo dell'anno islamico, per terminare il tredicesimo giorno di "Dhu al-Hijjah", che quest'anno coinciderà con il 5 settembre. Lo stesso pellegrinaggio alla Mecca, compiuto in altri mesi dell’anno, prende il nome di "Umra".  

Incidenti negli ultimi anni

Il pellegrinaggio alla Mecca negli ultimi anni è stato contraddistinto da tensioni politiche e timori di aggressioni, che spesso sono sfociate in incidenti con morti e feriti (nel 2015 il bilancio definitivo delle vittime della calca fu 2110). Quest’anno l’Hajj verrà compiuto anche dagli iraniani che lo scorso anno, a causa delle tensioni tra i due Paesi, hanno boicottato il pellegrinaggio in Arabia in favore dell'alternativa irachena Kerbala. Per evitare incidenti, le autorità saudite hanno predisposto l'impiego di circa 15mila agenti di sicurezza e l'istallazione di 5.700 telecamere di sorveglianza.

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24