Germania, infermiere sospettato di aver ucciso decine di pazienti

Mondo

L’uomo, di 40 anni, era agli arresti dal 2015 perché condannato all’ergastolo per aver tolto la vita a due degenti, con un’overdose di farmaci letali. Ma ora la polizia tedesca fa sapere che il numero di omicidi commessi potrebbe essere molto più alto

Un infermiere tedesco è sospettato di aver ucciso decine di persone. L'uomo, un 40enne, nel 2015 era già stato condannato all'ergastolo per l'uccisione di due pazienti con un'overdose di farmaci letali. Ora, i sospetti si allargano e si pensa che, tra il 2000 e il 2005, abbia compiuto decine di altri omicidi, almeno 84.

Agli arresti dal 2015

La polizia, che non aveva ancora chiuso l'indagine, ha reso noto che gli inquirenti hanno finora trovato la prova di altri 84 omicidi, che si aggiungo a quelli precedenti. Le forze dell’ordine hanno anche fatto sapere che, per accertare gli altri omicidi, nei cimiteri delle vicine cittadine di Delmenhorst e Oldenburg sono state riesumate e analizzate diverse salme. Le due morti già accertate con le indagini risalenti a due anni fa sono avvenute nel reparto di terapia intensiva all'ospedale di Delmenhorst, che si trova vicino alla città di Brema. 

Uccisi almeno 84 pazienti

"84 omicidi, siamo senza parole ", ha detto in una conferenza stampa stamane il capo della polizia di Oldenburg Johann Kuehme. "E la cosa più terribile è che il bilancio è verosimilmente ben più grave". Perché ci sono voluti molti anni, prima che le autorià ospedaliere si accorgessero che qualcosa non andava nei loro reparti. Inoltre molti ex pazienti, alla morte, sono stati cremati. Tutti questi morti si sarebbero potuti evitare", ha aggiunto Kuehme, se le cliniche, prima di Oldenburg, e poi quella di Delmenhorst, fossero state più sollecite. La autorità giudiziarie tedesche hanno aperto un'indagine contro le amministrazioni delle due strutture. 


Leggi anche:
  • Missile nordcoreano sorvola Giappone. Tokyo: minaccia senza precedenti
  • Londra, bimba cristiana in affido a musulmani: polemica in Gb
  • Rimini, mediatore culturale: stupri il peggio all'inizio poi è normale
  • Entra in vigore il ddl concorrenza, novità per i consumatori
  • Mondo: I più letti

    Arriva sempre primo

    Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

    Hai attivato le notifiche di sky tg24