Scontro Usa-Messico sul muro, salta l'incontro Trump-Nieto

Mondo

Dopo il rifiuto del paese sudamericano di pagare la costruzione della barriera al confine tra i due paesi, l'ammistrazione americana si dice pronta a tassare le importazioni dal Paese

Dopo il botta e risposta sulla costruzione del muro al confine tra Messico e Usa, salta l'incontro tra il neopresidente degli Usa Donald Trump e il presidente messicano Enrique Pena Nieto. "Questa mattina abbiamo informato la Casa Bianca che non parteciperemo alla riunione programmata il prossimo martedì con Potus (Il presidente degli Usa)" ha scritto infatti Pena Nieto su Twitter. 

 

<blockquote class="twitter-tweet" data-lang="it"><p lang="es" dir="ltr">Esta mañana hemos informado a la Casa Blanca que no asistiré a la reunión de trabajo programada para el próximo martes con el <a href="https://twitter.com/POTUS">@POTUS</a>.</p>&mdash; Enrique Peña Nieto (@EPN) <a href="https://twitter.com/EPN/status/824660333964824576">26 gennaio 2017</a></blockquote>

<script async src="//platform.twitter.com/widgets.js" charset="utf-8"></script>

 

Imposte su import Messico per pagare muro - "Se il Messico non è disposto a pagare per il muro di cui c'è disperato bisogno, allora sarebbe meglio cancellare l'incontro” aveva in precedenza affermato in un tweet Trump. Che poi in giornata rilancia, ipotizzando una tassa del 20% sulle importazioni dal Messico per coprire i costi della costruzione. A riferire dell'ipotesi sul tavolo dell'amministrazione Trump il portavoce della Casa Bianca, Sean Spicer. L'imposta, ha precisato, permetterebbe di raccogliere 10 miliardi di dollari l'anno. 

 

Il Messico: "Non pagheremo alcun muro" - La linea dura di Trump risponde alla categorica presa di posizione  del presidente del Paese sudamericano che, in un intervento televisivo, postato anche su Twitter: "Il Messico non crede nei muri. Come ho già detto, il Messico non pagherà per alcun muro" ha detto infatti Pena Nieto.

 

<blockquote class="twitter-tweet" data-lang="it"><p lang="es" dir="ltr">Un mensaje para todos los mexicanos: <a href="https://t.co/EFcNh7fQtm">pic.twitter.com/EFcNh7fQtm</a>&mdash; Enrique Peña Nieto (@EPN) <a href="https://twitter.com/EPN/status/824447050066468865">26 gennaio 2017</a></blockquote><script async src="//platform.twitter.com/widgets.js" charset="utf-8"></script>

 

Il muro e le altre misure sull'immigrazione - Trump ha firmato mercoledì un ordine esecutivo sulla costruzione del muro al confine con il Messico, che partirà "immediatamente" e che "in un modo o nell'altro" il Messico, ha detto, rimborserà. Insieme alle misure sul muro, Trump ha approvato anche altri provvedimenti che vogliono dare un giro di vite alle politiche sull'immigrazione con l'intento tra l'altro di bloccare i profughi provenienti da Paesi esposti al terrorismo. Il presidente ha inoltre firmato una provvedimento che autorizza il Dipartimento della Sicurezza Nazionale a pubblicare ogni settimana la lista dei crimini commessi dagli immigrati irregolari

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24