Covid Milano, il bollettino: 42 casi in provincia, 25 nel capoluogo

Lombardia
©IPA/Fotogramma

In tutta la Lombardia sono 102 i casi di Covid-19 rilevati a fronte di 11.699 tamponi effettuati con un tasso di positività della 0,8%

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi a Milano

 

Sono 42 i contagi registrati nelle ultime ore in provincia di Milano, di cui 25 nel capoluogo. In tutta la Lombardia, invece, sono 102 i casi di Covid-19 rilevati a fronte di 11.699 tamponi effettuati con un tasso di positività della 0,8%. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI - I DATI DEI VACCINI IN ITALIA)

19:19 – Focolaio in palestra a Milano: registrati altri due casi

Ci sono due nuovi positivi collegati al focolaio Covid della palestra di Milano scoperti nei giorni scorsi. Il totale, quindi, sale a 12 casi: sono tutti in isolamento. ATS Città Metropolitana di Milano ha fatto richiesta di sequenziamento per tutti i positivi: per un caso, già comunicato, si tratta di variante Delta (ex indiana), mentre per gli altri 11 si è in attesa dei risultati di laboratorio. Solo un caso su 12 è stato ricoverato mentre gli altri sono seguiti al domicilio.

18:42 – In provincia di Milano 42 nuovi contagi

Con 11.699 tamponi effettuati sono 102 i nuovi casi in Lombardia con un tasso di positività in leggero calo allo 0.8% (ieri 0.9%). Sono ancora in calo i posti letto occupati in terapia intensiva (-5, 109) e negli altri reparti (-32, 596). I decessi sono 3 per un totale complessivo di 33.729 morti in regione dall'inizio della pandemia. Per quanto riguarda le province, non si registrano nuovi casi a Lodi e Varese, sono 42 nella città metropolitana di Milano, di cui 25 a Milano città, 17 a Bergamo, 11 a Sondrio, 10 a Como e Monza e Brianza, 3 a Brescia, 2 a Cremona, 1 a Lecco, Mantova e Pavia.

16:40 – Scala, con la zona bianca la capienza sale a 760 spettatori

Non sono ancora gli oltre duemila spettatori pre-Covid, ma alla Scala con l'ingresso in zona bianca della Lombardia la capienza passa da cinquecento a 760 posti. Avranno quindi un pubblico più ampio Le nozze di Figaro in programma dal 26 giugno che non solo sono un omaggio a Giorgio Strehler (sua la regia) a cento anni dalla nascita ma anche il primo spettacolo con cui l'orchestra torna a suonare nel golfo mistico e il pubblico, finora relegato in galleria e nei palchi, torna in platea. E' stata infatti smontata la pedana che era stata costruita sulle poltrone della sala per sistemare i musicisti garantendo il distanziamento, in tempo stamattina per la cerimonia inaugurale del Prix Italia. Per le tre rappresentazioni delle Nozze di Figaro (anche 29 giugno e 1 luglio) i biglietti sono in vendita da domani, martedì 15, alle 14, così come per il concerto del pianista Maurizio Pollini del 25 e il concerto dell'orchestra della Scala diretto da Manfred Honeck con Beatrice Rana il 3 luglio e la Serata contemporanea di balletto il 7 e 8 luglio. Invece a partire dal 21 giugno saranno in vendita gli abbonamenti per la Stagione 2021/2022

16:39 – Sala: “Appello all'attenzione e indossiamo mascherina”

"Mi unisco a quello che ha detto il presidente Fontana, al fatto di fare attenzione. Vedo quello che sta succedendo in Inghilterra, non c'è da drammatizzare però è chiaro che un conto è tornare a produrre e a muoversi, l'altro conto è non avere prudenze". Così il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, ha fatto un appello all'attenzione nel primo giorno di zona bianca in Lombardia. "Il mio richiamo specifico è: continuare a usare la mascherina, è noioso, fa caldo, però è il principale metodo per difenderci dalla pandemia", ha aggiunto. E poi un richiamo ai giovani: "Capisco la voglia dopo tanto tempo di stare fuori, però bisogna anche che tutti pensino al bene della collettività. Anche noi siamo ovviamente nella difficoltà di trovare il giusto equilibrio tra riaprire e dare a tutti speranza e voglia di vita, e la necessità di tenere un po' controllato. Non è semplice, ma ci siamo", ha concluso.

12:01 - Prorettrice Statale: "In poche settimane lavoro di anni"

"Nell'arco di poche settimane si è fatto quanto di solito si fa in 2-3 anni": così Maria Pia Abbracchio, prorettrice vicaria dell'Università degli Studi di Milano, ha parlato della collaborazione tra università sul fronte della ricerca contro il covid, nel corso della tavola rotonda "L'occasione del futuro. Dialogo tra Chiesa e Accademia sul governo della ripresa", organizzata dalla Fondazione Rui per mettere a dialogo i rettori degli atenei milanesi e Mario Delpini, Arcivescovo di Milano. "Senza il linguaggio della scienza questo non sarebbe successo, la scienza - ha sottolineato Abbracchio - è un ambito duro ma senza barriere, lo scienziato è apprezzato per ciò che sa fare, nella scienza il dato viene comunicato, a fine febbraio 2020 i colleghi cinesi hanno pubblicato i primi genomi virali a disposizione degli scienziati di tutto il mondo e a marzo era in corso una collaborazione strettissima tra Wuhan e il Mit, la scienza non ha barriere e la necessità di comunicare i dati è venuta fuori prepotentemente ed è stata seguita, altrimenti - ha notato - non saremmo riusciti ad avere i vaccini in un anno".

7:03 - In provincia di Milano sono 90 i casi

Con 26.842 tamponi eseguiti è di 257 il numero di nuovi positivi al Coronavirus registrati in Lombardia, con una percentuale in risalita allo 0,9%. Continua il calo dei ricoveri: 114 in terapia intensiva e 628 negli altri reparti, in calo di 35. Sono invece sei i decessi che portano il totale da inizio pandemia a 33.726. Per quanto riguarda le province, 90 casi sono stati segnalati a Milano, 43 a Brescia, 26 a Bergamo, 18 a Monza e Pavia, 13 a Mantova, 10 a Como, nove a Sondrio, otto a Lecco, sette a Lodi cinque a Varese e uno a Cremona.

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24