Maltempo in Lombardia, Coldiretti: “Danni per milioni di euro"

Lombardia
Un carro ribaltato a causa del maltempo

Sono stati devastati campi di mais e soia e divelte alcune serre. Inoltre, si sono registrate anche stalle allagate e scoperchiate, oltre a mezzi agricoli ribaltati, provocando danni per milioni di euro

L'ondata di maltempo che ha colpito la Lombardia ha provocato danni diffusi all'agricoltura e all'allevamento. Lo riferisce Coldiretti Lombardia, secondo la quale sono stati devastati campi di mais e soia e divelte alcune serre. Si sono registrate anche stalle allagate e scoperchiate, oltre a mezzi agricoli ribaltati, provocando danni per milioni di euro. (IL METEO)

Coldiretti: "Stiamo monitorando la situazione"

"I nostri tecnici – spiegala Coldiretti Lombardia - stanno monitorando la situazione, raccogliendo le segnalazioni delle aziende agricole coinvolte e supportare gli imprenditori agricoli in queste ore di emergenza. E mentre le campagne lombarde hanno l’acqua alla gola, al Sud – evidenzia la Coldiretti - le temperature elevate e il vento hanno favorito il diffondersi degli incendi boschivi che hanno colpito la Sicilia nelle province di Trapani, Siracusa, Palermo, Messina ed Enna ma anche la Sardegna dove serviranno almeno 20 anni per far ricrescere le sugherete bruciate nel nuorese e tornare ad estrarre il pregiato sughero.

I danni nel Cremasco

Nel Cremasco si sono verificate violente raffiche di vento, grandine e pioggia, che hanno colpito per venti minuti le campagne con migliaia di ettari di mais spianati, stalle e abitazioni danneggiate, mezzi agricoli rovesciati dalla furia del vento, alberi sradicati. Particolarmente colpiti i comuni di Ricengo, Camisano, Pandino, Vailate, Sergnano.

A Bergamo bombe d'acqua e tempeste

Nella Bergamasca i territori di Verdello, Treviglio, Calvenzano, Caravaggio, Misano Gera D’Adda, Morengo, Bariano, Covo, Torre Pallavicina, Fontanella, Romano e Calcio sono stati investiti da bombe d’acqua e tempeste di vento che hanno scoperchiato stalle e serre, mentre la grandine ha devastato mais e soia e la pioggia ha allagato campi e aziende agricole.

Alberi sradicati e serre divelte a Brescia

In provincia di Brescia sono stati colpiti i comuni di Roccafranca, Rudiano, Castelcovati, Orzinuovi, Mairano e Bagnolo Mella, Leno e Ghedi, dove si segnalano allagamenti, danni al mais di secondo raccolto, serre divelte, alberi sradicati, stalle e strutture agricole scoperchiate.

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24