Renato Viola, sua la pizza più cara del mondo: costa 8.300 euro

Lifestyle

Flavio Briatore chi? C’è una pizza considerata la più cara al mondo e non è quella del Crazy Pizza dell’imprenditore piemontese. Il podio per la pizza più costosa al mondo lo vince la Luigi XIII dello chef del cilento Renato Viola

ascolta articolo

E’ lo stesso chef a pubblicizzarla come “la più cara del mondo” e in effetti in questa pizza ci sono degli elementi che la rendono diversa dalle altre: La lievitazione naturale dell’impasto (72 ore) che viene condito con il sale australiano di Murray River. Il costo? La cifra è davvero esosa: 8.300 euro per due persone.

Una pizza a base di caviale e aragosta

Inoltre in questa pizza lussuosa ci sono tre diversi tipi di caviale (Oscietra Royal Prestige, Kaspia Oscietra Royal e Beluga Kaspia), oltre ai gamberoni rossi di Acciaroli, aragosta di Palinuro, cicala del Mediterraneo. Il tocco magico? Due gocce di cognac Luigi XIII Remy Martin. Alimenti ben più costosi del tanto discusso prosciutto spagnolo Pata Negra che Briatore mette su una sua pizza.

E’ lo chef a recarsi in persona a casa del cliente

Le modalità di vendita sono altrettanto particolari, si tratta di un vero e proprio servizio e non solo di un prodotto: la pizza di Renato Viola infatti si può ordinare solamente a domicilio. Lo chef in persona si reca a casa del cliente, accompagnato da un sommelier e da un altro chef per cucinarla direttamente in casa e farla gustare appena sfornata.

                                                                                     

A New York arriva a costare 15mila euro

approfondimento

Pizze gourmet da Briatore a Cracco

C'è da dire che 8.300 è il prezzo di partenza in Italia, a New York il costo lievita anche a 15mila euro. Le richieste sono tantissime, ha spiegato lo chef, soprattutto da parte di vip, calciatori e miliardari che desiderano provare qualcosa di nuovo. E si spera anche di buono...

Lifestyle: I più letti