Fontana: "Vi racconto Tal’, il drago degli scacchi che spazzò via la vecchia guardia"

Lifestyle

Filippo Maria Battaglia

©Getty

Lo scrittore dedica il suo ultimo romanzo, "Il Mago di Riga", al grande scacchista che nel 1960 diventò campione del mondo: "Il suo regno è stato il più breve di tutti, ma la sua intelligenza, la sua straordinaria umanità, il suo umorismo e soprattutto il suo anelito continuo alla libertà sono quelle di un personaggio dalle potenzialità narrative fenomenali"

ascolta articolo

Si chiamava Mikhail Tal’ ed è stato uno dei più grandi scacchisti di sempre. A lui, e al suo ineffabile talento, Giorgio Fontana ha dedicato il suo ultimo romanzo, “Il Mago di Riga”, che la casa editrice Sellerio ha di recente pubblicato nella sua più nota collana, (La memoria, pp. 136, euro 13).  

 

Il drago degli scacchi

approfondimento

Calvino, Levi, Sciascia: il ’900 italiano raccontato dagli scrittori

"Tal è stato il più giovane campione del mondo fino all'avvento di Kasparov - racconta Fontana nella nuova puntata di 'Incipit', la rubrica di libri di Sky TG24 - È arrivato nel mondo degli scacchi come un drago, con uno stile arrembante e volitivo, pieno di sacrifici e di inventiva, spazzando via la vecchia guardia e diventando campione del mondo nel 1960". Ma i motivi del suo fascino, spiega Fontana, non finiscono qui: "Il suo regno è durato appena un anno ed è stato il più breve di tutti, ma la sua intelligenza, la sua straordinaria umanità, il suo umorismo e soprattutto il suo anelito continuo alla libertà mi sono sembrate da subito quelle di un personaggio dalle potenzialità narrative fenomenali".

Lifestyle: I più letti