Book Festival allo Zen di Palermo, letture e laboratori per i bambini

Lifestyle

Ripartire dalla lettura, dai bambini e dalle bambine,  dai ragazzi e dalle ragazze, per provare ad accorciare le distanze tra il centro e le periferie e combattere la diseguaglianza sociale. È questa per il secondo anno la scommessa dello “Zen Book Festival” in programma fino a domenica 26 settembre in alcuni luoghi simbolo di rinascita allo Zen. L'iniziativa, realizzata grazie ai fondi dell'8 per mille della chiesa Valdese, per quattro giorni trasforma un quartiere difficile in un luogo di opportunità

Letture ad alta voce, laboratori, dibattiti e spettacoli per tutti e tutte, con il coinvolgimento di alcune personalità da tempo impegnate a vario titolo nella promozione della letteratura per bambini e ragazzi come Antonella Agnoli, Alice Bigli e Bruno Tognolini.

 

“Puntiamo sull'educazione della lettura come strumento che raggiunge più obiettivi contestualmente. Aiuta a contrastare la povertà educativa nella prima infanzia, crea occasioni di socialità in un luogo in cui scarseggiano e riporta lo Zen al centro di un dibattito che è appunto quello attorno alla lettura. Lo Zen da luogo del disagio diventa un cantiere di proposte per superarlo. Il Festival è un ulteriore occasione per abbattere i pregiudizi che ancora esistono verso il quartiere e che noi con il nostro lavoro quotidiano sul territorio combattiamo con forza”, dice Mariangela Di Gangi, presidente dell’associazione Zen Insieme e direttrice della biblioteca Giufà, l’unica dedicata nel quartiere ai bambini e ai ragazzi con i suoi 8mila testi e uno dei luoghi dove si svolgeranno alcuni appuntamenti del Festival.

 

Al via giovedì 23 settembre nel giardino di via Primo Carnera con Bruno Tognolini che incontra i bambini di Palermo, poi un dibattito sulla lettura dedicata all’infanzia in città con il convegno “Una città che legge, legge la città. L’educazione alla lettura come strumento di crescita collettiva” alla presenza del sindaco Leoluca Orlando. 

 

Venerdì 24, dopo una mattina all'istituto comprensivo dello Zen Leonardo Sciascia con Bruno Tognolini, una giornata di laboratori e letture sia negli spazi della biblioteca Giufà che nella sede dell’associazione Zen Insieme.

 

Sabato 25 settembre ancora spazio per i bambini da zero a dieci anni e un laboratorio di lettura per gli adolescenti, guidato da Alice Bigli.  Domenica 26 settembre la giornata di letture e laboratori si concluderà con lo spettacolo “(Comu veni) Ferrazzano”,  ispirato all'opera di Giuseppe Pitrè di e con Giuseppe Provinzano. 

Lifestyle: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24