Turismo, si inaugura al Passo della Cisa la prima Capanna TWIN

Lifestyle

A pochi passi dal Parco Nazionale dell’Appennino Tosco-Emiliano si inaugura il prossimo 31 luglio una struttura realizzata dai detenuti della Casa Circondariale di Monza con il legno degli alberi abbattuti dalla tempesta di Vaia

Si inaugura il prossimo sabato 31 luglio, al Passo della Cisa, la prima Capanna TWIN: una struttura di accoglienza a servizio del turismo lento realizzata dal Politecnico di Milano e dal Club Alpino Italiano nell’ambito del progetto Trekking Walking and cycling for Inclusion sviluppato grazie al Polisocial Award 2019, il programma di responsabilità sociale che reimpiega in attività di ricerca sociale i fondi del 5 per mille.

Le caratteristiche della struttura

approfondimento

Tempesta Vaia, due anni dopo. Le foto di Michele Lapini

La capanna, simile a un bivacco di montagna, è stata realizzata presso la falegnameria della Casa Circondariale di Monza. I detenuti sono stati guidati dalle mani di falegnami professionisti e volontari già docenti presso l’Istituto Meroni di Lissone. Il legname usato per la capanna è quello degli alberi abbattuti dalla tempesta di Vaia che, nell’ottobre del 2018, ha colpito le Dolomiti e le Prealpi Venete. La struttura è pensata per essere un luogo di scambio in cui i viaggiatori incontrano il territorio e i suoi abitanti. L’accoglienza di pellegrini, escursionisti e ciclisti sarà infatti garantita dalla Cooperativa di comunità Berceto Nova che, in collaborazione con il Comune di Berceto, avvierà al lavoro persone fragili.

Il progetto TWIN

approfondimento

Rifugi di design e baite hi-tech, le strutture più all'avanguardia

La capanna TWIN è il primo passo di un progetto più ampio. L’idea è quella di collocare lungo i grandi cammini e le grandi ciclovie del Paese dei piccoli moduli abitativi autonomi, inclusi in un edificio esistente o posti al riparo di un porticato di un edificio pubblico. I moduli verranno presi in carico da cooperative o aggregati sociali e offriranno lavoro a persone disagiate. In questo modo il pellegrino, l’escursionista o il ciclista, fermandosi nei moduli TWIN e pagando la quota del soggiorno, darà un contributo vitale a questa “economia circolare”, mirante a collegare rigenerazione dei territori e rafforzamento del tessuto sociale. 

Lifestyle: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24