Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Sanremo 2019, quarta serata: cosa è successo ieri sera

5' di lettura

Protagonisti ieri sera i duetti: i 24 concorrenti di Sanremo 2019 si sono esibiti accompagnati da alcuni ospiti d’eccezione, unendo artisti eterogenei e stili distanti fra loro. Premiati Motta e Nada. Ospite della serata Ligabue, a sorpresa sul palco anche Anastasio

Il palco dell’Ariston si trasforma nell’arena di un circo in occasione dell'opening della quarta serata del Festival di Sanremo 2019 (GUARDA LE FOTO): anche ieri sera è stato Claudio Baglioni, dal look metallizzato, a dare il via alla rassegna musicale, intonando “Acqua dalla Luna”, circondato da clown e trampolieri. Al suo fianco Virginia Raffaele e Claudio Bisio.

SCOPRI cosa è successo alla quarta serata di Sanremo 2019

Festival di Sanremo 2018, al via la serata dei duetti

Regalare incanto, stupore e meraviglia alla gente è il compito del Festival di Sanremo che quest’anno – ha ricordato il Comandante Baglioni - è incentrato sulla ricerca dell’armonia tra discipline diverse. E il palcoscenico ieri sera ne è stato testimone: i 24 concorrenti in gara hanno riproposto i loro brani, esibendosi insieme ad ospiti d’eccezione del panorama artistico italiano e internazionale. Il migliore duetto è stato premiato dalla giuria d’onore, guidata da Mauro Pagani. Al fianco dei conduttori ieri sera anche i volti del Dopofestival, Melissa Greta Marchetto e Anna Foglietta.

Anna Foglietta: “Il mio Dopofestival sarà trasversale”

Ligabue ospite della quarta serata del Festival di Sanremo 2019

A pochi minuti dall’inizio della kermesse canora ecco il primo super ospite della quarta serata del Festival di Sanremo: Luciano Ligabue ha presentato il nuovo singolo “Luci d’America”, accendendo il pubblico con uno dei suoi più celebri successi, “Urlando contro il cielo”. Prima di abbandonare la scena, il rocker di Correggio ha duettato con Baglioni rendendo omaggio a Francesco Guccini sulle note di “Dio è morto”.

Festival di Sanremo 2019, ecco chi sono i cantanti

I duetti della quarta serata del Festival di Sanremo 2019

Ieri sera abbiamo assistito ad alcuni curiosi duetti alla quarta serata del Festival di Sanremo 2019: chi avrebbe mai pensato che Federica Carta e Shade, insieme a Cristina D’Avena, avrebbero dato vita ad un trio vincente? Il toscano Motta si è esibito insieme a Nada, sua conterranea, mentre Noemi ha accompagnato Irama, con tanto di coro gospel in sottofondo. Pianoforte a coda e arpa hanno fatto da sfondo all’esibizione di Patty Pravo e Briga, con Giovanni Caccamo; insieme alla band dei Negrita hanno fatto capolino sul palco, invece, Roy Paci e Enrico Ruggeri. Scelta coerente (e degna di una standing ovation della platea) quella del Volo, accompagnati dal violinista rock Alessandro Quarta, mentre Arisa ha dato vita ad un vero e proprio spettacolo con il supporto di Tony Hadley degli Spandau Ballet e delle coreografie dei Kataklò. Sound (e look) urban underground per Mahmood che ha invitato con lui a Sanremo 2019 Gué Pequeno, seguito da Ghemon insieme a Diodato e Calibro 35. La performance di Francesco Renga rispecchia alla perfezione il tema del Festival: durante la quarta serata di Sanremo 2019 l'interprete ha portato sul palco un tris d’assi dello spettacolo con il cantante Bungaro e le due stelle internazionali della danza Eleonora Abbagnato e Friedemann. Chiudono la prima metà delle esibizioni Ultimo con Fabrizio Moro (l’hashtag #UltimoMoroSanremo ha invaso Twitter) e Nek insieme a Neri Marcorè, che ha impreziosito il brano con dei versi recitati.

Renga: poche donne al Festival? Gli uomini hanno la voce più bella. Poi le scuse

Il monologo di Claudio Bisio con Anastasio

“E’ colpa nostra se i figli sono così smandrappati?”: uno dei momenti più riusciti della quarta serata di Sanremo 2019 porta al centro il delicato tema del rapporto fra genitori e figli, affrontato da Claudio Bisio con la sua proverbiale capacità di andare dritto al cuore delle persone. A completare il monologo del conduttore è stato il vincitore dell'ultima edizione di X Factor Italia, salito sul palco del Teatro Ariston mostrando tutto il suo talento: il giovane ha scritto un pezzo mettendosi nei panni del figlio a cui Bisio ha parlato. Un bellissimo momento di musica e sentimenti.

Sanremo 2019, proseguono i duetti dei concorrenti

La quarta serata del Festival di Sanremo 2019 procede spedita: i BoomDaBash incontrano Rocco Hunt e i giovanissimi Musici Cantori di Milano, The Zen Circus cantano con Brunori Sas, Paola Turci punta su Beppe Fiorello, con il quale ha dimostrato un’ottima intesa sul palco. Tutto al femminile il duetto proposto da Anna Tatangelo e Syria, mentre il talentuoso Enrico Nigiotti (classificatosi terzo a X Factor 2017) ha duettato con Paolo Jannacci, mentre il sand artist Massimo Ottoni dava forma al brano con l’aiuto della sabbia. Dopo il duetto esplosivo di Loredana Bertè e Irene Grandi, ecco Daniele Silvestri insieme al frontman degli Afterhours Manuel Agnelli, Einar con i giovani talenti Biondo e Sergio Sylvestre e l’attesissimo ingresso di Simone Cristicchi con Ermal Meta. A chiudere la carrellata di duetti di Sanremo 2019 sono stati la musica partenopea di Nino D'Angelo e Livio Cori con i Sottotono e il trap di Achille Lauro accompagnato da Morgan.

Premio al migliore duetto di Sanremo 2019

Ieri sera la giuria d’onore, composta da alcuni importanti nomi dello spettacolo e guidata da Mauro Pagani, ha premiato il migliore duetto della serata: lo speciale riconoscimento è andato a Motta e al suo brano “Dov’è l’Italia”, interpretato insieme a Nada. A consegnare il premio il Presidente della Liguria, Giovanni Toti.

Stasera va in scena la finale della 69esima edizione del Festival di Sanremo.

Leggi tutto
Prossimo articolo
Segui Sky TG24 sui social:

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"