Ansaldo Energia, primo semestre chiuso con ricavi di oltre 650 milioni

Economia
©Ansa

Registrato un incremento del 74,7% rispetto allo stesso periodo del 2020 e del 38% rispetto ai livelli pre crisi del 2019. I profitti ammontano a 678,6 milioni di euro con aumenti in tutte e tre le business unit: New Unit, Service e Nucleare

Ansaldo Energia ha chiuso i primi sei mesi del 2021 con una netta crescita e ricavi che ammontano a 678,6 milioni di euro. Lo ha comunicato il consiglio di Amministrazione dell'azienda che ha approvato la relazione finanziaria semestrale e il primo bilancio di sostenibilità. L'impresa ha registrato un incremento del 74,7% rispetto allo stesso periodo del 2020, che era stato impattato dagli effetti della pandemia e ha superato del 38% anche i livelli pre-crisi del 2019.

Risultato netto positivo per 11,1 milioni

Risultati positivi in tutte e tre le business unit: New Unit, Service e Nuclear. L’Ebitda è a 56,6 milioni di euro, + 95,9% rispetto ai primi sei mesi del 2020: un miglioramento più marcato rispetto a quello registrato sui ricavi a testimonianza del proseguimento del percorso di efficienza. Sono stati conseguiti ordini per 290 milioni di euro, in linea con la previsione di budget. Gli investimenti si sono attestati a 41 milioni di euro. L’EBIT vale 5,6 milioni di euro. Il risultato netto è positivo per 11,1 milioni di euro: tale valore ha risentito positivamente dall’effetto netto positivo one-off del rilascio imposte differite a seguito di riallineamento fiscale ex-Legge 126 del 2020. L’indebitamento finanziario netto migliora, a 937 milioni di euro rispetto a 981 milioni del primo semestre 2020. Migliora la leva finanziaria in termini di rapporto fra indebitamento netto ed EBITDA (entrambi rettificati come da indicazioni contenute nei contratti di finanziamento): 3,9x a fine giugno rispetto a 4,5x di dicembre 2020, proseguendo quindi nella riduzione dell’esposizione finanziaria di Gruppo.

giuseppe marino ansaldo
Giuseppe Marino, amministratore delegato di Ansaldo Energia

Piano pluriennale di sostenibilità

L'azienda, a seguito dei risultati in crescita, ha quindi confermato gli obiettivi economici per il 2021, mentre ha fatto sapere che l'ulteriore passo in avanti sarà l’approvazione del primo bilancio di sostenibilità, nell’ambito di un percorso che porterà all’adozione di un piano pluriennale di sostenibilità che sarà presentato in contemporanea alla pubblicazione del bilancio relativo al 2021. "I dati del primo semestre, con il ritorno in utile e una robusta crescita dei ricavi, confermano che il 2021 è per noi l’anno del consolidamento”, ha spiegato Giuseppe Marino, amministratore delegato di Ansaldo Energia. “Siamo chiamati a ricoprire un ruolo importante in questa fase di transizione energetica e l’azienda, con le sue tecnologie e le sue competenze, è in grado di contribuire agli obiettivi italiani ed europei della decarbonizzazione”. “La scelta di redigere il nostro primo bilancio di sostenibilità” – ha concluso Marino – è una presa di responsabilità nei confronti dei nostri stakeholder: vogliamo impegnarci concretamente per una crescita del nostro business rispettosa degli equilibri sociali ed ecologici".

Economia: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24