Lavoro, Orlando: sblocco licenziamenti in più fasi e con interventi mirati

Economia

Il ministro del Lavoro ha ribadito che nell’attuazione del PNRR (Piano nazionale di ripresa e resilienza) “servirà un pieno coinvolgimento delle parti sociali” con un vero e proprio patto per massimizzare il più possibile le ricadute sul piano occupazionale” Da inizio luglio inizierà lo sblocco dei licenziamenti per la grande impresa

Il ministro del Lavoro Andrea Orlando interviene a Uno Mattina su Rai 1 per parlare dello sblocco dei licenziamenti nell’era post-pandemia.  “Fino al mese di giugno è in vigore il blocco dei licenziamenti per tutti – ha detto il ministro – da inizio luglio inizierà lo sblocco per la grande impresa che dispone di ammortizzatori sociali. Per le imprese piccole si attende invece l’autunno in attesa di strumenti che attualmente non sono previsti.” Per il superamento dei blocchi saranno necessari “una serie di strumenti che tengano conto dei diversi settori”.

Sul Recovery coinvolgimento dei sindacati

approfondimento

Dagli ammortizzatori al rdc: i temi sul tavolo di Orlando

Per l'attuazione del Recovery Plan il coinvolgimento delle parti sociali sarà fondamentale, “un vero e proprio patto che consentirà al sindacato e alla rappresentanza dell'impresa di dare un contributo nell'attuazione e di massimizzare le ricadute di carattere occupazionale".

Economia: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.