Ketchup, arachidi, whisky made in Usa: arrivano nuovi dazi imposti dall'Ue

Economia

Vittorio Eboli

Fine dell’era Trump uguale addio alla guerra dei dazi? Non sembrerebbe proprio così. Da oggi, martedì 10 novembre, entrano infatti in vigore le nuove tariffe imposte dall’UE a una serie di prodotti made in USA per un valore di 4 miliardi di dollari. Tra questi, diversi prodotti agricoli ed alimentari. Ecco quali

Se siete amanti di certi cibi americani - ma di quelli originali, si intende, non delle ‘copie’ fatte in Italia – fate attenzione. Potrebbero costare di più fin da oggi. Entrano infatti in vigore nuovi dazi imposti dall’Unione europea a una serie di prodotti “made in USA”. Anche su prodotti agricoli ed alimentari. Il ketchup, per esempio. Quello “vero”. O la senape. O altre salse tipiche da condimento. O le arachidi. O le sottilette, quelle più scure delle nostre, quasi arancioni, da mettere sull’hamburger o nell’hot dog. Sono solo alcuni esempi di prodotti che saranno tassati, alla dogana, del 15% o del 25% in più a seconda dei casi.

Ketchup, arachidi, whisky, occhio ai prezzi

Più nello specifico, Bruxelles ha imposto tariffe aggiuntive per un valore complessivo di 4 miliardi di dollari. 1,76 miliardi arriveranno dall’aumento delle tariffe direttamente sugli aerei venduti dalla Boeing alle compagnie aeree, oltre 1,1 miliardo da altri articoli industriali (ruspe, mezzi meccanici, trattori), circa 720 milioni da prodotti agricoli (specie tabacco, frutta secca, patate dolci). Il resto, da articoli cosiddetti “processati”, soprattutto superalcolici e, come accennato, salse alimentari.

Nuovo capitolo della 'guerra dei dazi'

approfondimento

Dazi Usa sui prodotti di Europa e Italia: cosa sono le tasse doganali

Da dove nasce questo nuovo capitolo della ‘guerra dei dazi’? Dal braccio di ferro per il predominio dei cieli tra l’americana Boeing e l’europea Airbus, i due principali produttori di aerei a uso civile nel mondo. Qualche anno fa l’Organizzazione mondiale del commercio aveva sanzionato alcuni “aiuti di stato” dell’UE ad Airbus, concedendo a Washington il diritto di imporre dazi per 7,5 miliardi di dollari sui prodotti europei. Ora succede la stessa cosa, a parte invertite: il WTO sanziona gli USA per il sostegno a Boing, e autorizza Bruxelles a contromisure da 4 miliardi.

L'UE: pronti a toglierli se USA fanno altrettanto

Si andrà avanti di questo passo? Non è affatto detto. Il vento, con Biden alla Casa Bianca, potrebbe cambiare presto, tant’è che Bruxelles manda già segnali distensivi. Il vicepresidente della Commissione con la delega al commercio, Valdis Dombrovskis, lo ha detto chiaro: i dazi saranno immediatamente rimossi se gli Stati Uniti faranno altrettanto.

Economia: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.