Boom di auto elettriche e ibride, +72% nel 2020

Economia sponsorizzato
©Getty
auto elettriche getty

A settembre 2020 - secondo i dati del ministero dei Trasporti - sono state 156.132 le immatricolazioni, il 9,5% in più dello stesso mese del 2019. A trascinare il mercato il segmento delle auto ibride ed elettriche, che cresce del +215% a settembre e del +72% da inizio 2020. Tra queste, le ibride mild e full crescono del 210% nel mese, con una quota di mercato del 20,5%, e del 60% nei primi nove mesi 2020, con una quota del 13%

Per la prima volta nel 2020 il mercato dell'auto, anche grazie agli incentivi, inverte la rotta e presenta un segno positivo. A settembre - secondo i dati del ministero dei Trasporti - sono state 156.132 le immatricolazioni, il 9,5% in più dello stesso mese del 2019. Resta ancora negativo il totale delle auto vendute da inizio anno a causa della pandemia e del lockdown: sono 966.017, mezzo milione in meno dell'analogo periodo del 2019, con una flessione del 34,21% (a maggio era -50%). A trascinare il mercato, il segmento delle auto ibride ed elettriche, che cresce del +215% a settembre e del +72% da inizio 2020. Tra queste, le ibride mild e full crescono del 210% nel mese, con una quota di mercato del 20,5%, e del 60% nei primi nove mesi 2020, con una quota del 13% (era del 5% nello stesso periodo del 2019). Le ricaricabili vendute a settembre 2020 sono il 241% in più rispetto a settembre 2019, grazie alle forti variazioni positive sia delle auto elettriche (+224% e 2,6% di quota) che, soprattutto, delle ibride plug-in (+268% e 1,9% di quota), le quali, insieme, rappresentano il 4,5% del mercato nell'ultimo mese e il 3% da inizio anno. Nel cumulato dei primi nove mesi del 2020, le elettriche e le ibride ricaricabili aumentano del 154% rispetto allo stesso periodo del 2019.

Le novità legislative

Emerge con forza sempre maggiore, dunque, l’interesse per le fonti di energia alternative e in particolare per i progetti di mobilità elettrica, vera chiave di volta per la creazione di metropoli sostenibili per l’uomo e l’ambiente. In questo contesto sono state elaborate nuove soluzioni per il miglioramento dell’efficienza dei motori elettrici, mentre è aumentato il numero di stazioni di ricarica pubbliche presenti sia in Italia sia all’estero: in riferimento all’Europa, si calcola che queste siano passate dalle circa 8.000 unità del 2011 alle 180.000 del 2018. Tutto ciò è andato di pari passo con lo sviluppo di numerosi servizi a supporto dei consumatori che consentono di individuare la stazione di ricarica a loro più vicina e il tipo di ricarica da essa offerta; in questo modo la mobilità dei detentori di veicoli elettrici ha visto, anche nella gestione logistica quotidiana, un importante salto di qualità, alla cui base rimane ovviamente la capillarizzazione sempre maggiore della rete di infrastrutture e dei servizi. Anche a livello legislativo, i vincoli che spingono le case automobilistiche in questa direzione sono sempre più rigidi: in particolare, dal 2020 il mancato rispetto degli standard CAFE, riguardanti le emissioni massime di CO2 per chilometro, comporterà sanzioni importanti.

I veicoli di nuova generazione

Rispetto ai “classici” HEV (Hybrid Electric Vehicle), che ricaricano la batteria esclusivamente durante la guida fornendo un’autonomia in full electric di soli 2-3 km e presentano emissioni di CO2 ancora troppo alte rispetto agli standard CAFE che entreranno in vigore dal 1° gennaio 2020, ci si è dunque orientati verso tre nuove direttive principali. Da una parte l’auto a idrogeno (FCV): la più futuristica delle opzioni, difficilmente attuabile al momento per il costo elevato della tecnologia con celle a combustibile, che tuttavia consentirebbe di ottenere un’autonomia pari a quella delle auto con sistema di combustione interna. Dall’altra le auto 100% elettriche a batteria (BEV): in questo caso la batteria viene alimentata principalmente via cavo e, allo stato attuale, fornisce un’autonomia variabile dai 150 ai 600 km. Dall’altra ancora le auto ibride elettriche plug-in (PHEV): il motore elettrico convive ancora, come negli HEV, con un motore a combustione, tuttavia la capacità della batteria è maggiore, dunque è possibile viaggiare in full electric per circa 50 km; inoltre le emissioni di CO2 vengono più che dimezzate rispetto agli HEV.

Le elettriche di Citroën

Anche Citroën punta ormai da diversi anni sui cosiddetti veicoli elettrificati ricaricabili. La gamma della casa automobilistica francese si è arricchita recentemente di due novità: la Nuova Citroën C4 e la Nuova Citroën ë-C4 100% ëlectric. Vetture compatte di nuova generazione, offrono la possibilità di scegliere fra tre motorizzazioni, efficienti e prestazionali: 100% Elettrica, termica di nuova generazione Euro 6d Benzina o Diesel. Il modello 100% elettrico, che assicura una guida facile ed intuitiva, è dotato di una batteria con una capacità di 50 kWh, che offre fino a 350 km di autonomia. La batteria è garantita per 8 anni o 160.000 km, per il 70% della capacità iniziale. Le nuove auto elettriche di Citroën permettono importanti risparmi nell’utilizzo, dalla manutenzione ridotta, all’accesso agli ecoincentivi statali, il cosiddetto Ecobonus. Sono disponibili numerose soluzioni di ricarica, e la stessa Citroën ti supporta nell'installazione della propria soluzione di ricarica domestica con il partner Enel X. Oltre al piacere di guidare 100% elettrico, senza emissioni di CO2 e con un reale risparmio nell’ utilizzo, la Nuova Citroën ë-C4 100% ëlectric consente, in accordo con le diverse amministrazioni locali, l'accesso alle zone a traffico limitato delle città. In casa Citroën c'è poi Ami – 100% ëlectric che è un oggetto di mobilità urbana ultra compatto, 100% elettrico. Agile e maneggevole, semplifica gli spostamenti in città e offre grande facilità di parcheggio con le sue dimensioni ridotte, i volumi compatti e la sua progettazione ingegnosa e simmetrica. Di dimensioni completamente diverse è, invece, la Citroën ë-SpaceTourer che beneficia di tutti i vantaggi di SpaceTourer in modalità 100% elettrica, come la scelta della lunghezza del veicolo per ospitare a bordo fino a 9 persone, abitacolo ultra-modulare, 15 tecnologie per una guida serena e l'altezza di 1,90 m che consente l'accesso a tutti i parcheggi. ë-SpaceTourer è disponibile in varie versioni: Feel & Shine per privati, Business & Business Lounge per professionisti.

Economia: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.