Playboy torna a quotarsi a Wall Street

Economia

Lo farà attraverso una società di acquisizione (Spac), evitando il tradizionale lancio di azioni. Il presidente Ben Kohn: “Vogliamo accelerare lo sviluppo del prodotto”

Playboy Enterprises, editore della famosa rivista omonima, tornerà nella Borsa di New York attraverso una società di acquisizione (Spac), evitando il tradizionale lancio di azioni. Il presidente Ben Kohn ha dichiarato che la pubblicazione, diventata a marzo solo digitale, vuole in questo modo "accelerare lo sviluppo del prodotto". Il suo fondatore Hugh Hefner, scomparso nel 2017, aveva ritirato il titolo dal mercato azionario nel 2011.

“Playboy opportunità di investimento irresistibile”

vedi anche

Playboy, all'asta le vestaglie di Hugh Hefner. FOTO

L'operazione, che avverrà tramite la società di investimento Mountain Crest Acquisitions, ammonta a 381 milioni di dollari, compreso un debito di 142 milioni. "Playboy è un'opportunità di investimento unica e irresistibile", ha affermato Suying Liu, presidente della Spac Mountain Crest Acquisition.

 

Cosa sono le “Spac”

Le "Spac" sono società create da società di investimento il cui obiettivo è quello di fondersi in pochi mesi con una o più aziende accuratamente selezionate, che potranno quotarsi senza passare attraverso il processo tradizionale. Un meccanismo utilizzato nel 2019 dalla Virgin Galactic e più recentemente dal produttore di camion elettrici Nikola. 

Economia: I più letti