Coronavirus, Fed taglia tassi e lancia un piano da 700 miliardi di dollari

Economia

Oltre a portare i tassi di interesse a zero, la Fed ha lanciato un massiccio programma di Quantitative Easing per acquistare 700 miliardi di dollari di titoli di stato al fine di sostenere l'economia e proteggerla dall'impatto del coronavirus

La Federal Reserve ha annunciato di aver ridotto i tassi di interesse di un punto percentuale portandoli vicino allo zero all'interno di una forchetta di 0-0,25%. Un livello così basso era stato toccato solo durante la crisi finanziaria globale del 2008. In queste ore c'è un'azione coordinata delle banche centrali mondiali per assicurare liquidità a sostegno del'economia minacciata dall'emergenza coronavirus (IL LIVEBLOG - LA MAPPA DEL CONTAGIO IN ITALIA - IL PAPA A PIEDI A ROMA PREGA PER LA FINE DELL'EPIDEMIA): è quanto si legge in un comunicato dell'istituto.

Trump: "Decisione è un grande passo"

"Siamo molto contenti. Un grande passo": cosi' Donald Trump parlando con i giornalisti alla Casa Bianca ha commentato la decisione della Fed. Il Presidente Trump ha poi voluto dare un messaggio alla nazione sconsigliando l'assalto ai supermercati perché "non serve fare provviste, andrà tutto bene".

Powell: "Impatto virus si farà sentire in maniera profonda"

La Fed, dopo le decisioni di domenica 15, ha annunciato di aver annullato la riunione prevista per mercoledì prossimo. Secondo il presidente, Jerome Powell, l'impatto del coronavirus sull'economia globale ed americana si farà sentire "in maniera profonda", e la Fed è pronta ad agire con una vasta gamma di interventi. Nel secondo trimestre dell'anno, ha continuato Powell, la crescita del pil Usa "sarà probabilmente debole".

Economia: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24