Coronavirus, Apple chiude tutti i negozi fuori dalla Cina fino al 27 marzo

Economia

L’annuncio del Ceo Tim Cook su Twitter: “Dobbiamo fare tutto il possibile per prevenire la diffusione del Covid-19”. La compagnia si impegna a donare 15 milioni di dollari. Restano aperti gli store cinesi, che avevano ripreso le attività venerdì 13

Dopo gli store italiani, Apple ha deciso di chiudere tutti i suoi negozi nel mondo fino al 27 marzo. Rimangono aperti solo i 42 store in Cina che hanno ripreso le attività ieri, venerdì 13. La scelta, per cercare di arginare la diffusione del coronavirus, è stata annunciata dal Ceo Tim Cook. La compagnia si è anche impegnata a donare 15 milioni di dollari (GLI AGGIORNAMENTI - LO SPECIALE - MAPPE E GRAFICI DEL CONTAGIO IN ITALIA - I CASI NEL MONDO).

Tim Cook: “Dobbiamo fare tutto il possibile”

Su Twitter, Cook ha spiegato: “Nei nostri luoghi di lavoro e nelle nostre comunità, dobbiamo fare tutto il possibile per prevenire la diffusione del Covid-19. Apple chiuderà temporaneamente tutti i negozi al di fuori della Cina fino al 27 marzo e si impegna a dare 15 milioni per aiutare la guarigione in tutto il mondo”.

Economia: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.