Verdure, treni, voli e non solo. Ecco cos’è costato di più nel 2019

Economia

Aggiornati i dati Istat sull'inflazione dello scorso anno: è salito il prezzo di patate e insalata, ma anche i biglietti per viaggiare nelle città europee su rotaia e in aereo

La verdura, in particolare insalata e patate, sono tra i beni che hanno subito il maggior rincaro nell'anno appena conclusosi. Lo rileva l'Istat nella sua banca dati aggiornata dopo la diffusione della rilevazione definitiva sull'inflazione per il 2019: nell'anno appena trascorso è salita appena dello 0,6%, a ritmo dimezzato rispetto ai 12 mesi precedenti.

Costano di più anche biglietti di aerei e treni

Però al di là del tasso medio alcuni prodotti e servizi hanno conosciuto un forte aumento nel loro prezzo al consumo: quello della verdura per esempio è cresciuto del 4,7%, con l'insalata che è schizzata del 6,1% e le patate del 7,2%. Più costoso anche prendere un treno (+7%) o un aereo diretto in una città europea (+6,2%). In netto calo invece le tariffe delle connessioni internet (-15,1%), i prezzi dei tablet e dei computer portatili (-8%).

Economia: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.