Sanità, intesa governo-Regioni: in corsia medici fino a 70 anni e specializzandi

Economia

Il nuovo Patto della salute prevede tra l'altro la possibilità di restare in servizio fino al raggiungimento dei 70 anni. Tra le misure, due miliardi a disposizione a partire dal prossimo anno

Per superare l'emergenza della carenza dei medici "si consente fino al 2022 la possibilità per i medici di permanere in servizio fino al 70esimo anno di età". È una delle novità previste nel Patto della Salute 2019-2021, firmato oggi dopo una lunga trattativa tra il Governo e le Regioni. Tra le misure, due miliardi a disposizione a partire dal prossimo anno per la salute e l'utilizzo degli specializzandi in corsia già dal terzo anno. 

Bonaccini: "Finisce la stagione dei tagli"

"Governo e Regioni insieme a difesa del diritto alla salute - ha twittato il ministro Roberto Speranza - Ora è più forte il nostro Servizio sanitario nazionale". Per il presidente della Conferenza delle Regioni Stefano Bonaccini "finisce la stagione dei tagli": il Patto, anzi, "sancisce il notevole incremento delle risorse destinate alla Sanità". 

Economia: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.