Manovra, Conte: "Cedolare secca non aumenta, regime permanente al 10%"

Economia

Il presidente del Consiglio nel corso di un intervento all’assemblea dell’ANCE (Associazione Nazionale Costruttori Edili) ha ribadito che l'imposta per le locazioni a canone concordato non aumenterà al 15% nel 2020

Niente 15%, nè 12,5%. La cedolare secca non aumenta. Resta al 10%. Lo ha ribadito oggi il presidente del Consiglio Giuseppe Conte nel corso di un intervento all’assemblea dell'Associazione nazionale costruttori edili (Ance). Illustrando alcune misure previste nella manovra economica (LE MISURE), Conte ha dichiarato: "Abbiamo deciso di rendere permanente il regime di cosiddetta cedolare secca al 10% per le locazioni a canone concordato, che a legislazione vigente sarebbe aumentato fino al 15% a decorrere dal 2020".

Il 10% strutturale

La notizia era già stata anticipata ieri da alcune fonti di Palazzo Chigi, dopo il vertice di maggioranza del governo sulla legge di bilancio. "La cedolare secca, oggi al 10%, era previsto che salisse al 15%: in una prima bozza di manovra era stata portata al 12,5% ma oggi si è fatto uno sforzo per tenerla al 10% e rendere questa aliquota permanente”, avevano spiegato. ”C'è stata - si aggiungeva - la forte volontà di tutte le forze politiche di non aumentare le tasse sulla casa".

Economia: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.