Bce, Draghi annuncia taglio dei tassi di 10 punti. Nuovo quantitative easing da novembre

Economia

L'italiano presiede il penultimo board del mandato prima dell'avvio dell'era Lagarde. Il direttivo annuncia un taglio del tasso sui depositi a -0,50% e un nuovo programma di acquisto di bond. Trump: "Bce agisce e Fed sta seduta"

Il consiglio direttivo della Bce, riunito a Francoforte, ha annunciato una serie di misure, tra le altre il taglio del tasso sui depositi a -0,50% e un nuovo programma di quantitative easing (Qe), che prevede l'acquisto di bond per 20 miliardi di euro al mese a partire da novembre. C'è grande attesa per il discorso del presidente Mario Draghi (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI IN DIRETTA), che presiede il penultimo board del suo mandato e deve fare i conti con le banche, che si sentono paralizzate da un nuovo taglio dei tassi. Sullo sfondo la recessione in Germania e i rischi per tutti i paesi dell’Eurozona.

Quantitative easing "proseguirà fino a quando necessario"

Gli acquisti di bond con il nuovo programma di quantitative easing "dureranno tutto il periodo necessario a rafforzare l'impatto accomodante dei tassi" e il consiglio direttivo si aspetta che "finiscano poco prima rispetto a quando la Bce inizierà ad alzare i tassi", si legge in una nota della Banca centrale.

Btp a minimo storico, spread a 145 ed euro giù

La decisione della Bce di riavviare il Qe, per un ammontare di 20 miliardi di euro al mese, fa correre i bond sovrani europei, i cui rendimenti sono tutti in calo. Il Btp decennale italiano ha toccato un minimo storico dello 0,77%, per poi risalire allo 0,81%, con un calo del rendimento di 15 punti base. Il Ftse Mib è salito dello 0,7% a 22.049 punti mentre lo spread butp-bund è sceso a 145 punti base. L'euro va giù e scende sotto la soglia 1,10 dollari. La moneta europea è scivolata fino a 1,0954 dollari.

Sistema a due livelli per i tassi sui depositi delle banche

Il board della Bce ha stabilito un sistema a due livelli per i tassi applicati ai depositi delle banche, scesi a -0,5%, attraverso il quale una parte dei depositi sarà "esentata dal tasso negativo sui depositi". La misura ha l'obiettivo di attutire l'impatto dei tassi negativi sui margini d'interesse delle banche.

Attesi tassi fermi o più bassi

La Banca centrale europea, si legge nella nota, "si aspetta che i tassi di interesse chiave della Bce rimangano ai loro livelli attuali o inferiori fino a quando non si vedranno le prospettive di inflazione convergere saldamente a un livello sufficientemente vicino, ma inferiore al 2% nel suo orizzonte di proiezione".

Maxi-prestito alle banche dell'Eurozona

La Bce ha inoltre lanciato un nuovo maxi-prestito a lungo termine alle banche dell'Eurozona, allungando la scadenza da due a tre anni e prevedendo tassi più bassi per le banche che prestano ai di sopra di un certo livello.

Trump: "Bce agisce, mentre Fed sta seduta"

Dopo l'annuncio delle misure da parte della Bce, non si è fatta attendere la reazione di Donald Trump: "La banca centrale europea - ha scritto il presidente americano su Twitter - agendo rapidamente, taglia i tassi di 10 punti base. Stanno tentando, e con successo, di svalutare l'euro contro il dollaro molto forte, danneggiando l'export Usa. E la Fed sta seduta, seduta e seduta. Loro sono pagati per prestare denaro, mentre noi stiamo pagando gli interessi".

Economia: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.